Avevano spento anche la luna
4 8 0
Libri Moderni

Sepetys, Ruta - Sepetys, Ruta

Avevano spento anche la luna

Abstract: Lina ha appena compiuto quindici anni quando scopre che basta una notte, una sola, per cambiare il corso di tutta una vita. Quando arrivano quegli uomini e la costringono ad abbandonare tutto. E a ricordarle chi è, chi era, le rimangono soltanto una camicia da notte, qualche disegno e la sua innocenza. È il 14 giugno del 1941 quando la polizia sovietica irrompe con violenza in casa sua, in Lituania. Lina, figlia del rettore dell'università, è sulla lista nera, insieme alle famiglie di molti altri scrittori, professori, dottori. Sono colpevoli di un solo reato, quello di esistere. Verrà deportata. Insieme alla madre e al fratellino viene ammassata con centinaia di persone su un treno e inizia un viaggio senza ritorno tra le steppe russe. Settimane di fame e di sete. Fino all'arrivo in Siberia, in un campo di lavoro dove tutto è grigio, dove regna il buio, dove il freddo uccide, sussurrando. E dove non resta niente, se non la polvere della terra che i deportati sono costretti a scavare, giorno dopo giorno. Ma c'è qualcosa che non possono togliere a Lina. La sua dignità. La sua forza. La luce nei suoi occhi. E il suo coraggio. Quando non è costretta a lavorare, Lina disegna. Documenta tutto. Deve riuscire a far giungere i disegni al campo di prigionia del padre. E l'unico modo, se c'è, per salvarsi. Per gridare che sono ancora vivi.


Titolo e contributi: Avevano spento anche la luna / Ruta Sepetys

Pubblicazione: Milano : Garzanti, 2011

Descrizione fisica: 298 p. : ill. ; 22 cm

Serie: Narratori moderni

ISBN: 9788811670360

EAN: 9788811670360

Data:2011

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nota:
  • Tit. orig.: Between shades of gray

Nomi: (Autore)

Soggetti:

Classi: 813.6 Narrativa americana in lingua inglese. 2000- (22) Drammatico <genere fiction> (0) Politico sociale <genere fiction> (0)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: risorsa in continuazione corrente
  • Data di pubblicazione: 2011

Sono presenti 42 copie, di cui 0 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
LEGNAGO Bellinato N SEP 78-28216 Su scaffale Disponibile
Sanguinetto N SEP 94-15658 Su scaffale Disponibile
San Pietro in Cariano 813 SEPE 47-13915 Su scaffale Disponibile
Costermano sul Garda NS 5189 B2 85-20067 Su scaffale Disponibile
San Giovanni Lupatoto 813 SEP 20-37067 Su scaffale Disponibile
Soave NAR 813 SEP 58-9516 Su scaffale Disponibile
Villa Bartolomea A 813.6 SEP =GRA= E3 103-1492 Su scaffale Disponibile
Sant'Ambrogio di Valpolicella NS 813 Sepe 90-9542 Su scaffale Disponibile
Castelnuovo d-G 813 SEPE 65-8648 Su scaffale Disponibile
Bardolino N.AMERICA 813.6 Sep Ave 64-13744 Su scaffale Disponibile
San Martino B.A.
  • Nota relativa all'esemplare: [15. ed.]
N SEPE
1-34056 Su scaffale Disponibile
Sommacampagna SOMMA 813.6 SEP 23-35949 Su scaffale Disponibile
Negrar di Valpolicella NS 813 SEP 53-13788 Su scaffale Disponibile
Povegliano A A SEP RUT 70-13021 Su scaffale Disponibile
Malcesine N - SEPE R. 12-19805 Su scaffale Disponibile
Colognola ai Colli 813.6 15 SEP 57-12778 Su scaffale Disponibile
Tregnago N SEPE 14-14329 Su scaffale Disponibile
Bosco Chiesanuova NS 813 SEP AVE 56-17270 Su scaffale Disponibile
Caldiero N 813.6 SEP 4-12839 Su scaffale Disponibile
Salizzole N.S. 813.6 SEP 10-9838 Su scaffale Disponibile
Sona 813.5 SEP. 9-31350 Su scaffale Disponibile
Lavagno N 813.6 SEPETY 61-8532 Su scaffale Disponibile
Villafranca 813.6 SEP 11-46609 Su scaffale Disponibile
Garda Narr. americana N SEP 17-16338 Su scaffale Disponibile
Bussolengo N. AMER. Sep 13-27387 Su scaffale Disponibile
San Bonifacio N 813.6 SEPE 16-36226 Su scaffale Disponibile
Marano 813.6 SEP 2-19473 Su scaffale Disponibile
Grezzana LETT 813.54 SEP 66-16505 Su scaffale Disponibile
Castel d'Azzano 813 LETT. NORD AMERIC. SEP 55-14088 Su scaffale Disponibile
Pescantina 813.6 SEP 21-13145 Su scaffale Disponibile
S. Giovanni Ilarione N SEPE 98-5988 Su scaffale Disponibile
Bovolone PREST N SEP 15-17596 Su scaffale Disponibile
Badia Calavena 813 SEP BAD-5742 Su scaffale Disponibile
Isola della Scala N 813.6 SEPE 8-32203 Su scaffale Disponibile
Belfiore 813 SEP BEL-8341 Su scaffale Disponibile
Ronco all'Adige NS II2 RON-9677 Su scaffale Disponibile
Bonavigo 813 SEP 91-4797 Su scaffale Disponibile
Roverchiara NS SEP ROV-4265 Su scaffale Disponibile
Valeggio N AME Sep Rut 22-30495 Su scaffale Disponibile
Affi AFFI 823 / 997 NARRATIVA INGLESE 144-7944 Su scaffale Disponibile
Mozzecane L A SEP RUT 96-11477 Su scaffale Disponibile
Mezzane di Sotto 813 SEP MEZ-1943 Su scaffale Disponibile
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Questo libro è meraviglioso. Ruta è in grado di toccare i cuori. La sua scrittura è coinvolgente, intensa e tratta quasi sempre temi molto forti. Grazie a lei ho conosciuto una parte molto dolorosa della storia di cui nessuno parla che varebbe la pena ricordare insieme all olocausto. Lina e la sua famiglia hanno una forza d'animo eccezionali, la madre in particolare è un grande esempio da seguire per la sua capacità di non arrendersi e perdonare la malvagità, e di condividere con gli altri quel poco che si ha.

Libro molto bello e di veloce lettura. Le pagine scorrono veloci e ci consentono di avere un mix di saggio storico del 1900, poco conoscito (deportazione lituani in Siberia da parte di Stalin) unita ad una toccante storia d`amore tra 2 giovani e di una madre verso i suoi figli.
Lo consiglio per tutte le età.

È stato davvero emozionante leggere questo romanzo, ringrazio l'autrice per aver scritto queste intense pagine sulla deportazione dei Lituani in Siberia.Una storia toccante che farò fatica a dimenticare.

A mio parere è scritto benissimo, racconta in modo semplice ciò che avvenne durante le deportazioni nei campi di lavoro in Siberia.
Non è troppo crudo, ma arriva dritto al cuore.
Consigliato a tutti!!!

questo romanzo ha il grande merito di parlare di una pagina di storia di cui si conosce poco, un altro merito dell'autrice è l'essere riuscita a creare un romanzo d'amore all'interno di pagine colme di dolore e terrore; consigliato per non dimenticare mai.

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.