Community » Forum » Recensioni

Dormi stanotte sul mio cuore
4 1 0
Galiano, Enrico

Dormi stanotte sul mio cuore

Garzanti, 28/05/2020

Abstract: "Enrico Galiano sa guardare in fondo al cuore degli adolescenti."Io Donna - Cristina Lacava"I suoi libri finiscono sempre in classifica."Robinson - la Repubblica - Ilaria Zaffiro"Un autore tradotto in tutta Europa."ElleRicordati di fare ciò che ti fa sentire vivo.Mia sa che può sempre contare su Margherita, la sua maestra delle elementari che, negli anni, è diventata anche la sua migliore amica. Nello strambo quaderno che custodisce in un cassetto di casa ci sono scritte tante piccole meraviglie, che sono anche tante grandi risposte. È lei a spiegarle che il cuore di una tartaruga batte sei volte al minuto, quello di un colibrì seicento. E che ogni cuore, quindi, segue il suo tempo.Ma c'è una domanda a cui Margherita non sa rispondere: "Perché Fede è andato via?". Fede è il ragazzo che la famiglia di Mia ha preso in affido. Fede non voleva parlare con nessuno, ma ha scelto lei come unica confidente. Fede, con i testi delle canzoni, le ha insegnato cose che lei non ha mai saputo. Fede l'ha stretta nel primo abbraccio in cui si è sentita al sicuro e davvero felice. Fede l'ha ascoltata e capita come nessuno mai. Da quando non ha più sue notizie, Mia non riesce ad avvicinarsi alle persone, non riesce nemmeno a sfiorarle. Mentre il mondo e la storia si inseguono e si intrecciano, lei si è chiusa in un guscio più duro dell'acciaio. E non vuole più uscire.Ma se non si affronta un nemico, il rischio è che diventi sempre più forte, persino invincibile. Se non si va oltre l'apparenza non si conosce la realtà. Anche se provare a farlo è un'enorme fatica; anche se ci vuole molto tempo. Perché, come dice Margherita, ogni cuore ha la sua velocità: non importa chi arriva primo, basta godersi la strada verso il traguardo.Torna il professore che è dalla parte dei ragazzi e amato dai genitori. Il professore che dà voce a un'intera generazione di adolescenti. Per la stampa e la televisione è una figura di riferimento. Dopo i bestseller Eppure cadiamo felici, Tutta la vita che vuoi e Più forte di ogni addio, un nuovo libro pronto a lasciare il segno. Bisogna fidarsi dell'istinto e credere al proprio cuore. Ovunque ci conduca, vale la pena di seguirlo.

242 Visite, 1 Messaggi
sbp47803
339 posts

Strabellissimo! Sì, lo so che magari strabellissimo non è il termine più appropriato, ma non so come altro descrivere questo libro che mi ha tenuta incollata alle pagine per un giorno e mezzo, senza che mi accorgessi minimamente del trascorrere del tempo. Io non ero in cameretta a leggere, ero dentro il libro, accanto alla protagonista, Mia; ho riso con tutte le esternazioni di Margherita e ho riflettuto molto leggendo il suo quaderno; ho conosciuto la fefe, ma soprattutto ho porvato molta tenerezza per l'altro protagonista di questo libro: Fede e mentre, leggi il libro, attraversi la storia. Sì, perchè questa storia si svolge in un lasso temporale abbastanza lungo. Viene accennata la guerra in Kossovo, si assiste al crollo delle Torri Gemelle, e ci si dispiace ancora per la morte di quel Papa, Wojtyla, che abbiamo amato tutti. Sono tanti gli argomenti che vuole affrontare questo libro che parla di fiducia, quella fiducia che spesso però vacilla quando un sospetto si insinua dentro di noi. C'è però la ricerca della verità, che spesso fatica ad emergere quando il sospetto è più forte di essa, oppure quando non si hanno abbastanza prove. E' un libro che parla anche di amicizia e che ci fa riflettere come spesso l'immagine che ci facciamo di una persona non corrisponda a come poi sia la persona stessa. Soprattutto è un libro che parla d'amore, ma quello con la A maiuscola.
"Si può parlare l'amore?" Beh dopo aver letto questo libro penso proprio di si! Straconsigliato!

  • «
  • 1
  • »

5390 Messaggi in 4307 Discussioni di 705 utenti

Attualmente online: Ci sono 29 utenti online