Vedi tutti

Gli ultimi messaggi del Forum

La prima cosa bella - Gabriele Romagnoli

Il libro è diviso in cinque parti: cose viste, cose sentite, cose lette, cose capitate e cose pensate.
Sono storie brevissime di una paginetta quelle che si leggono. Alcune fanno sorridere, altre fanno riflettere, alcune non mi sono piaciute, altre mi rimarranno nel cuore. Consigliato!

Cartongesso - Francesco Maino

Una lettura fondamentale su quella che era la "Locomotiva del Nord-Est".
Cinica, disincantata, ferocemente vera.
L'analisi sociale che mancava anche agli stessi Veneti, per capirsi meglio.

Il postino di Neruda - Antonio Skarmeta

Rispetto al famoso film l'ho trovato più impegnato politicamente, e anche più - come dire - "descrittivo" nei momenti di intimità tra i due innamorati. Un finale diverso. Libretto che si legge velocemente e con piacere.

I donatori di sonno - Karen Russell

In copertina una tenera dichiarazione del Re del brivido: "Ha fatto venire gli incubi a me"...
A mio parere i casi sono due: o Stephen King si è rammolito di colpo, o si tratta di un omonimo.
Racconto scialbo, poco incisivo ma soprattutto ben lontano dal far serpeggiare tra le pagine questa promessa inquietudine.

I racconti del Baldo; / Andrea Ceradini

I MITI DELLE NOSTRE TERRE
I RACCONTI DEL BALDO DI ANDREA CERADINI
BOOKMHAE

È stata una scoperta la lettura di questo autore ‘vicino di casa’.
Andrea racconta le storie e i miti dei monti di casa nostra, spaziando per le strade del tempo senza soluzione di continuità, e sempre con mano felice.
Pennellate di storie lontane e vicine allo stesso tempo.
Felice di conoscerlo.
7emmezzo

https://www.facebook.com/JacksWorldmhae/

Sei casi per Petra Delicado - Alicia Giménez Bartlett

PIACEVOLI ANCHE LE SHORT STORIES
SEI CASI PER PETRA DELICADO DI ALICIA GIMENEZ-BARTLETT
BOOKMHAE
Rush finale per la mia lettura omnia sulla Petra catalana.
Dopo questo, mancano solo altri tre libri, due dei quali per me inediti.
Poco da dire su questa raccolta, se non che magari possono essere una buona rampa di lancio per chi si sta chiedendo se il genere possa piacergli.
Pur non avendo avuto il volume per le mani in passato, è possibile che alcuni dei racconti li abbia già incontrati in diverse configurazioni.
Godevoli come uno scotch a fine serata, dopo una sana giornata di caccia all’assassino!
7 emmezzo

https://www.facebook.com/JacksWorldmhae/posts/pfbid0wjSK6TVFkG1TghGXnsMHQbDsDA21HGmcNM7tZjWRbSuthzpiZu2tZxbcj271F6kml

Virdimura - Simona Lo Iacono

racconto meraviglioso...la storia della prima donna a cui è stata assegnata la licenza di medico nel 1376. Storia ambientata nei quartieri più degradati di Catania. Finale davvero liberatorio. una donna del Trecento animata dall'abnegazione e dall'amore tra i vicoli della giudecca, negli interni, sulla spiaggia dove, come animali di pietra, arrivano a rincantucciarsi le navi...bellissimo

R: Shelter - Harlan Coben

Libro per adolescenti di Harlan Coben che mantiene le caratteristiche degli altri suoi libri, come ad esempio il passato che è strettamente legato al presente.
Molto scorrevole e ironico, anche grazie all’utilizzo della scrittura in prima persona.

Resta con me, sorella - Emanuela Canepa

Un libro meraviglioso, che leggi tutto d'un fiato e una Venezia descritta talmente bene che ti sembra di essere li con la protagonista Anita. Per un bel po' di pagine si vive assieme a lei alla Giudecca, scoprendo che nel 1921, il carcere era gestito dalle suore. Si conosce suor Lorenza, una suora severa ma giusta che vede in Anita un talento per i numeri, che in carcere sembra sprecato. Nonostante la sua rigidità, non esiterà a trovarle una sistemazione dignitosa una volta uscita dal carcere. Conosciamo anche altre detenute, ognuna con la sua triste storia. Tra tutte spicca Noemi, solitaria, taciturna, che tutte temono e con un passato alle spalle che viene rivelato solo nella parte finale del libro. E poi c'è il destino che fa assaporare la felicità ad Anita, mentre fa piombare nello sconforto più totale Noemi. Presenza fissa nel libro è Luisa la sorella di Anita. Sarà lei a continuare a tenere di nascosto un contatto con la sorella e a spronarla nel realizzare quel sogno tanto desiderato in carcere. Le cose però andranno molto diversamente e alla fine del libro, dopo aver preso treni e traghetti, capisci che a volte oltre al destino è la volontà umana che ci fa prendere questa o quella decisione, e che questa può essere solo accettata.