Suicidi esemplari / Enrique Vila-Matas ; traduzione di Lucrezia Panuzio Cipriani
0 0 0
Libri Moderni

Suicidi esemplari / Enrique Vila-Matas ; traduzione di Lucrezia Panuzio Cipriani

Abstract: "Scrittore di immaginazione e di umorismo; erede giocoso e capriccioso di Ramon Gomez de la Serna": la critica ispanica definisce il barcellonese Enrique Vila-Matas, inventore di meccanismo e dedali narrativi, più che semplice raccontatore di storie. I 'Suidici esemplari' iniziano nel prologo con l'immmagine di un vagabondo di Vez, Marocco, che segnava di strani graffiti le case della città, occorrendogli per orientarsi una mappa personale, non ordinaria; si chiudono con l'ultima lettera del poeta portoghese Mario de Sa-Carniero, l'amigo de alma di Pessoa, che annuncia il suocidio forse più gratuito, meno terrestre, più letterario tra i suicidi noti. Di dieci, ignoti, suicidi Vila-Matas finge in questo libro la cornoca: in dieci città diverse, di uomini non illustri che cercavano nella vita 'estrana y hostil' una mappa privata. Non per fuggire dolori e disperazioni, ma praticando un'arte di scomparire che ha nel suicidio, commesso o devotamente contemplato, il perfezionamento.


Titolo e contributi: Suicidi esemplari / Enrique Vila-Matas ; traduzione di Lucrezia Panuzio Cipriani

Pubblicazione: Palermo : Sellerio Editore

Descrizione fisica: p. 186 ; 16,50

Data:1994

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Soggetti:

Classi: 863

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 1994

Sono presenti 1 copie, di cui 0 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
Malcesine N - VILA 12-15160 Su scaffale Disponibile
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Nessuna recensione

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.