Trovati 4603 documenti.

Il gioco del buio
0 0 0
Libri Moderni

Mussolini, Alessandra

Il gioco del buio / Alessandra Mussolini

[S.l.] : Minerva 2024

Ritratti

Abstract: Un libro a tratti crudo e amaro in cui l’autrice racconta per la prima volta, attraverso gli occhi di una bambina, i difficili rapporti familiari tra le figure più importanti della sua vita, le cui storie hanno come sfondo l’amore, spesso tradito, che sfidano il tempo senza mai arrendersi, senza mai smettere di lottare contro l’ineluttabilità del destino. In un’altalena di emozioni spesso positive, ma a volte quasi distruttive, si snoda il vissuto di due famiglie diverse sotto ogni profilo, ma caratterizzate da figure femminili forti e decise, pronte a riscattarsi e a emanciparsi traendo forza dal proprio dolore, per arrivare a sentirsi finalmente libere. Un racconto il cui comune denominatore è il tradimento e l’amore che di esso fa spesso parte, ritratto nelle sue innumerevoli declinazioni fino ad arrivare a una matura consapevolezza e alla presa d’atto che la felicità è tanto dolce quanto effimera. Proprio come lo zucchero filato…

Dentro il Palazzo
0 0 0
Libri Moderni

COTTARELLI, Carlo

Dentro il Palazzo : cosa accade davvero nelle stanze del potere / Carlo Cottarelli

[S.l.] : Mondadori, 2024

Strade blu

Abstract: In Dentro il Palazzo, Cottarelli restituisce una sincera fotografia delle nostre istituzioni e immagina come potranno evolversi la politica e l'economia italiana ed europea se proseguono le tendenze attuali, compresa la riforma costituzionale sul premierato. L'immagine delle Aule parlamentari, in cui avvengono i confronti – o spesso gli scontri – fra maggioranza e opposizione per decidere il futuro del nostro paese, è certo familiare a ogni cittadino. Non molti, invece, possono affermare di sapere con chiarezza come funzioni il sistema politico italiano e cosa accada realmente nei palazzi del potere. A raccontarlo in queste pagine, con ironia e attraverso numerosi aneddoti personali, è Carlo Cottarelli che, oltre ad aver ricoperto per otto mesi la carica di senatore nell'ultima legislatura, dopo le elezioni del 2018 venne incaricato di formare un governo nel corso di una crisi istituzionale senza precedenti. Attingendo alla sua esperienza diretta, Cottarelli esamina lo stato della nostra politica. Ne registra le storture, le inefficienze, le potenzialità perdute, descrivendo dal di dentro il funzionamento del nostro Parlamento e trattando, fra l'altro, temi di scottante attualità come il progressivo ridimensionamento del suo ruolo rispetto a quello del governo, il dibattito ormai ridotto a scontro tra fazioni opposte, gli stipendi di deputati e senatori, il bizantinismo delle pratiche, l'allontanamento dei cittadini dal voto, e cosa si può fare per riavvicinare i cittadini alla politica. E racconta per la prima volta in dettaglio quei quattro giorni che lo videro salire al Quirinale più volte nel tentativo di formare un nuovo governo.

La Russia che si ribella
0 0 0
Libri Moderni

Franceschelli, Maria Chiara - Varese, Francesco

La Russia che si ribella : repressione e opposizione nel Paese di Putin / Maria Chiara Franceschelli, Federico Varese

Milano : Altreconomia, 2024

Le talpe

Abstract: Dall'inizio dell'invasione dell'Ucraina molte persone si sono chieste "perché i russi non si ribellano?". Il dibattito pubblico ha spesso invocato un'atavica apatia del popolo russo, assuefatto a secoli di oppressione e impantanato in un Paese che ha conosciuto solo autoritarismo, eppure i russi non corrispondono affatto a quell'immagine diffusa. Questo libro ripercorre la storia dell'opposizione a Putin dal momento del suo insediamento nel 2000 a oggi. Franceschelli e Varese danno la parola a cinque testimonianze, cinque storie, che raccontano forme diverse di repressione e opposizione. Ogni intervista getta luce su un aspetto specifico della società e della politica russa: il culto della Seconda guerra mondiale, costruito ad arte dal regime; il ruolo della Chiesa ortodossa; quello della società civile e dei sondaggi di opinione; lo stravolgimento dei più basilari principi del diritto; la complicità delle università nel soffocare il pensiero critico. Arricchito da una cronologia dell'opposizione e da un glossario della resistenza, "La Russia che si ribella" ha un valore eccezionale nel fornire una panoramica dettagliata e articolata della complessa realtà politica e sociale russa.

Non lasciare che ci uccidano
0 0 0
Libri Moderni

Belenkin, Boris

Non lasciare che ci uccidano : storie di Memorial / Boris Belenkin ; traduzione dal russo e cura di Marco Clementi

Milano : Rizzoli, 2024

Abstract: «Oggi la Russia di Putin fa di tutto per eliminare Memorial» scrive Belenkin. Resistere significa impedire la cancellazione del passato. Gli stessi slogan, le stesse prigioni, le stesse bugie: la storia dell’Unione Sovietica e della Russia è un movimento circolare che riproduce pratiche repressive, tecniche di propaganda e cliché del passato. A volte questo ciclo si interrompe per qualche anno ma poi ricomincia come in una spirale senza fine. In una di queste brevi pause, alla fine degli anni Ottanta, è nato Memorial, la più importante ONG russa fondata per ricordare le vittime delle repressioni. Fino a quel momento la ricerca della verità storica era un percorso clandestino, accidentato, fortuito. Boris Belenkin, direttore e fondatore della Biblioteca di Memorial, racconta questo cambiamento epocale che ha permesso a un gruppo di studiosi di creare un’organizzazione unica nella storia del Paese. Dalle iniziative pubbliche come la cosiddetta Restituzione dei nomi dei giustiziati, letti ogni anno in Piazza Lubjanka a Mosca, al minuzioso lavoro di raccolta delle collezioni dell’Archivio, del Museo e della Biblioteca, Belenkin descrive le attività e i protagonisti che hanno lavorato nell’organizzazione, come Arsenij Roginskij, Jan Račinskij, Aleksandr Daniel’. Fino ad arrivare agli attacchi violenti contro l’edificio e i dipendenti di Memorial da parte di agenti dei servizi. Sono gli anni dopo la terza elezione di Putin, nel 2012, quando il governo dà il via alla revisione della storia sovietica, identificando negli attivisti di Memorial nemici pagati dagli occidentali.

Il lungo inverno
0 0 0
Libri Moderni

Rampini, Federico

Il lungo inverno : false apocalissi, vere crisi, ma non ci salverà lo Stato / Federico Rampini

Milano : Mondadori, 2024

Oscar bestsellers

Abstract: Siamo entrati in un'era segnata dalla scarsità: di energia, acqua, alimenti, lavoratori, nuove nascite. Non è facile però distinguere fra crisi vere e false Apocalissi annunciate da profeti interessati a gettarci nel terrore. In Europa diverse opinioni pubbliche chiedono sempre più Stato. Ma uno Stato-mamma troppo invadente addormenta i riflessi vitali e non è efficiente. Il lungo inverno all'insegna di tante scarsità è anche inverno della ragione. Lo supereremo se attingiamo alle qualità del nostro modello, aprendoci a una stagione di creatività.

Salviamo l'Europa
0 0 0
Libri Moderni

Bellini, Michele

Salviamo l'Europa : otto parole per riscrivere il futuro / Michele Bellini ; prefazione di Enrico Letta ; postfazione di Bruno Bignami

Bologna : Marietti 1820, 2024

I gufi

Abstract: L’Europa va salvata? L’invasione russa dell’Ucraina ha cambiato le coordinate del mondo in cui viviamo, obbligandoci a ripensare le convinzioni su cui si è sviluppata l’integrazione europea. Alle sfide che si sono susseguite nello scorso decennio, economia e immigrazione in primis, si aggiungono quelle epocali come transizione verde e digitalizzazione, che definiranno questo secolo. Sullo sfondo, un contesto geopolitico sempre più incerto e la democrazia che arranca. Tutto ciò richiede un cambio di passo da parte europea per raggiungere quella sovranità condivisa necessaria a difendere i nostri valori e il nostro ruolo nel mondo. Otto parole chiave, dunque, per riflettere sulla politica e sulle politiche essenziali per il futuro dell’Europa. Prefazione di Enrico Letta.

Storie di antifascismo senza retorica
0 0 0
Libri Moderni

Storie di antifascismo senza retorica / a cura di Arturo Bertoldi e Max Collini ; prefazione di Francesco Filippi

Busto Arsizio : People, 2024

Abstract: Quelle raccolte e rese vive sul palco e in queste pagine da Arturo Bertoldi e Max Collini sono storie di uno scontro lungo, che dura ancora. Perché il fascismo non finisce nel 1945, ma se è per questo nemmeno l'antifascismo. Non raccontano di una Resistenza generica, quella che per paura di indossare un colore assomiglia sempre più a una macchia grigia, tradendo una storia di lotta che va riconosciuta. In questo libro c'è una Resistenza rossa come il sangue di chi combatté prima e dopo il 25 aprile 1945, «per una libertà diversa da quella americana», come direbbe Gaber. Storie che si rincorrono, tracciando un quadro di continuità che va dall'esperienza di opposizione ai fascismi al potere fino alle suggestioni di altri continenti, sempre alle prese con le battaglie per la giustizia sociale vera e il progresso reale per tutti. «Senza retorica», perché è nelle parole semplici, forti, nei gesti concreti di solidarietà contro la barbarie, che sta il senso vero dell'antifascismo.

Il nemico di Mussolini
0 0 0
Libri Moderni

Breda, Marzio - Caretti, Stefano

Il nemico di Mussolini : Giacomo Matteotti, storia di un eroe dimenticato / Marzio Breda, Stefano Caretti

Milano : Solferino, 2024

Saggi

Abstract: L’assassinio di Giacomo Matteotti il 10 giugno 1924 segna l’inizio della parabola più sanguinosa e totalitaria del fascismo eppure, a cento anni di distanza dai fatti, il caso non appare chiuso in modo definitivo. Tanto che sono nate contese su chi avesse diritto di commemorarlo e fiorite ipotesi revisioniste che hanno relativizzato il ruolo di Mussolini come mandante dell’omicidio, avallando tesi come quella di una Tangentopoli in camicia nera che viene ridimensionata in queste pagine. Il risultato è che sappiamo molto della leggenda di Matteotti ma poco della sua breve eppure intensa parabola di vita: le origini e la famiglia di agrari, la formazione intellettuale, l’imprinting europeo maturato in viaggi di studio (da Vienna a Berlino, da Oxford a Parigi), le sue idee per un socialismo riformista, l’intransigenza e l’integrità etica. E pure il carattere, che fece di lui l’avversario più pericoloso per il duce, come dimostrò la sua denuncia in Parlamento dei brogli elettorali e delle violenze compiute dai fascisti. A ricostruirne la figura a tutto tondo mira questa biografia che, anche sulla scorta di documenti inediti, mette in luce due cose essenziali: com’era l’uomo prima di diventare un martire, nei 39 anni che ha vissuto in maniera appassionata, e come è diventato un simbolo dell’antifascismo. Perché come è stato scritto: «Prima di lui c’era stata l’opposizione al fascismo, ma l’antifascismo come valore, come scelta consapevole e prioritaria nasce solo con l’estate del 1924, nel suo nome».

La scelta
0 0 0
Libri Moderni

Ranucci, Sigfrido

La scelta / Sigfrido Ranucci

[S.l.] : Bompiani, 2024

Overlook

Abstract: Per la prima volta un giornalista coraggioso e indipendente, da anni in prima linea per la difesa della libertà dell’informazione, racconta sé stesso e il suo lavoro. La mia compagna di viaggio comincia lentamente a piegare il foglio e alla fine me lo porge. È un airone, un origami bellissimo. “Ne ha bisogno” mi dice. “Lei deve volare alto. Chi vola vede dal cielo ciò che nessuno ha mai visto. Sigfrido Ranucci è uno di quegli uomini che coincidono in modo assoluto con il lavoro che si sono scelti. Insieme alla sua équipe di Report – programma televisivo amatissimo e odiato, uno dei baluardi del giornalismo d’inchiesta in Italia – ogni giorno si dedica a vagliare informazioni, collegare eventi, ascoltare voci per decidere come raccontare le notizie che qualcuno vorrebbe rimanessero sotto silenzio. La forza di Report è nella semplicità della scelta: offrire ai cittadini il romanzo crudo dei fatti attraverso un rigoroso lavoro di ricerca, anche quando la strada è irta di pericoli che toccano le vite personali dei giornalisti. Per la prima volta Ranucci racconta il cammino che lo ha condotto sin qui; lo fa scegliendo alcune inchieste fondamentali di cui svela i retroscena, ma anche evocando figure – come suo padre, atleta e finanziere di grande carisma, e il suo maestro Roberto Morrione, fondatore di Rai News 24 – che hanno forgiato in lui la capacità di portare fino in fondo ogni scelta: perché fare giornalismo sul campo significa prendere decisioni che cambiano per sempre il corso delle cose, in senso intimo e collettivo. Da queste pagine emerge l’autoritratto coraggioso di un uomo che, nonostante la pressione costante della realtà nei suoi aspetti più duri, non cede al cinismo, non smette di chiedersi e di chiederci: “Qual è la scelta giusta?”. E di trovare ogni volta la risposta, per rispettare la promessa che lo lega a un pubblico che ha ancora a cuore la legalità e la giustizia sociale.

La mia battaglia per un'Europa diversa
0 0 0
Libri Moderni

Spinelli, Altiero

La mia battaglia per un'Europa diversa / Altiero Spinelli ; a cura di Guido Montani

Sesto San Giovanni : Società aperta, 2023

Società aperta ; 25

Abstract: La mia battaglia per un'Europa diversa è una raccolta di saggi di Altiero Spinelli, pubblicata in vista della prima elezione europea, nel 1979. Spinelli si era candidato al Parlamento europeo con l'esplicito intento di promuovere un'azione costituente europea, che in effetti riuscì a portare a termine, quando, nel 1984, il Parlamento europeo votò a grande maggioranza il "Progetto di Trattato che istituisce l'Unione Europea". Non è stata un'iniziativa occasionale. La proposta di una costituzione europea era contenuta, in nuce, nel Manifesto di Ventotene (1941): la Federazione europea come alternativa alla crisi dello stato nazionale sovrano. Oggi come allora, alla vigilia delle elezioni europee del giugno 2024, il problema di una riforma costituzionale dell'Unione è tornato all'ordine del giorno. Dopo la Conferenza sul futuro dell'Europa, che per la prima volta ha coinvolto i cittadini del continente, il prossimo Parlamento europeo dovrà affrontare la sfida di una riforma costituzionale, perché si deve decidere su un aumento del bilancio, su difesa e politica estera comune e sul ruolo di governo della Commissione europea.

La Russia moralizzatrice
0 0 0
Libri Moderni

Allevato, Marta

La Russia moralizzatrice : la crociata del Cremlino per i valori tradizionali / Marta Allevato

Milano : Piemme, 2024

Abstract: Oggi, al di là delle notizie su economia e guerra, ciò che accade davvero in Russia, sul piano sociale e politico, è in larga parte ignorato al di fuori dei suoi confini. Questo libro, frutto di studio e approfondite analisi, ma anche dell'insostituibile visione diretta di chi ha vissuto e toccato con mano la quotidianità e gli eventi del mondo russo, prende in esame l'ultimo decennio putiniano, mettendo in luce il rinato conservatorismo della Russia, paladina dei valori tradizionali contro la «corruzione dell'Occidente». La svolta conservatrice di Putin arriva col suo terzo mandato, nel 2012, quando il presidente lancia l'esperimento di una nuova, eclettica ideologia imperniata su idee reazionarie, richiamo ai valori dell'ortodossia, militarizzazione, sfiducia nella classe media urbana e antiamericanismo. Il tutto nel tentativo di far sorgere una nuova identità nazionale, in netta contrapposizione con un Occidente «peccatore», preda di una corruzione morale dalla quale il Paese si deve difendere. Liberalismo, secolarismo, pacifismo, omosessualità e femminismo sono presi di mira oggi in Russia con leggi e campagne persecutorie, nel contesto di un sistema che si fa sempre più autoritario. Una crociata contro il mondo esterno, ma più spesso contro quello interno, per zittire qualsiasi tipo di opposizione.

Noi vogliamo tutto
0 0 0
Libri Moderni

Carlini, Flavia

Noi vogliamo tutto : cronache da una società indifferente / Flavia Carlini

[S.l.] : Feltrinelli, 2024

Tagli

Abstract: Non c’è cambiamento senza verità e non c’è futuro senza memoria. «In Noi vogliamo tutto la voce di Carlini, che scrive a riparo dal passato, decide di narrare gli episodi che l’hanno riguardata in prima persona, perché così la memoria – come lei stessa afferma - diventa filo rosso che la conduce alla scoperta del mondo.» - Martina Renna per Maremosso Cosa significa abitare un Paese dove i diritti non vengono rispettati? Cosa significa abitare uno Stato che si racconta come il più civile tra gli altri? Cosa significa essere una donna oggi? Che ruolo gioca l’informazione in questo contesto? Tutte quelle che leggerete in queste pagine sono storie vere. Storie di corpi schiacciati da altri corpi. Storie di persone violate, spaventate, silenziate, storie riportate in vita senza finzioni con lo scopo di rivelare la quotidianità di un sistema di dominio costruito sulla paura. Noi vogliamo tutto attraversa gli abusi sul luogo di lavoro e la violenza medica, l’indifferenza e la responsabilità. Flavia Carlini racconta in modo chiaro e accessibile ciò che il mondo dell’informazione tace e, dati alla mano, dimostra come le storie individuali rappresentino condizioni di vita collettiva. Rabbia e consapevolezza assumono in questo testo una nuova centralità, e diventano il potentissimo veicolo di riscoperta della collettività. Una rabbia endemica scorre tra di noi come un liquido mentre, sopra le nostre teste, si agita una sensazione di futuro e cambiamento.

Malcolm X e Martin Luther King
0 0 0
Libri Moderni

Briguglia, Gianluca

Malcolm X e Martin Luther King : l'ape e la colomba / Gianluca Briguglia

[S.l.] : Einaudi, 2024

Einaudi. Stile libero VS

Abstract: Una storia di emarginati e di segregati, ma anche di coraggiosi e di ribelli. Martin Luther King vs Malcolm X. La colomba disposta a immolarsi per il grande sogno di un’uguaglianza pacifica, e l’ape pronta a pungere sia per difendersi sia per ottenere ciò che le spetta. Un saggio preciso, avvincente, che restituisce l’entusiasmo di una stagione del Novecento ormai entrata nel mito. Episodi della lotta per i diritti civili degli afroamericani si alternano al racconto delle vite di pensatori, di attivisti fin qui noti solo agli esperti, che hanno preceduto Martin Luther King e Malcolm X, consentendo loro di diventare ciò che sono stati. L’avventura umana di questi due giganti – spesso diversi, talvolta affini – che hanno dato la vita per cambiare il mondo permette così di gettare una luce su un pezzo della storia recente.

Fa presto vai piano
0 0 0
Libri Moderni

Zaia, Luca

Fa presto vai piano : la vita è un viaggio passo a passo / Luca Zaia

[S.l.] : Marsilio, 2023

Gli specchi

Abstract: Dopo il grande successo di Ragioniamoci sopra e I pessimisti non fanno fortuna , oltre 80000 copie vendute, il nuovo libro di Luca Zaia. «Le esperienze che affrontiamo nella vita non ci lasciano solo ricordi: sono l'essenza stessa del viaggio di ciascuno di noi.» A metà degli anni ottanta Luca Zaia era un diciottenne che si affacciava alla vita senza mai aver messo piede fuori dalla provincia. Forte dei suoi sogni di ragazzo, tra le certezze di un’esistenza scandita dai ritmi della natura e le incognite di un mondo tutto da scoprire, si troverà di fronte una realtà ben più complessa di quella del paese da cui è partito. Con la distanza della maturità e lo stile scanzonato dei racconti d’avventura, rievoca il viaggio in cui per la prima volta ha posato uno sguardo consapevole su se stesso e sulla vita, per consegnare ai giovani convinzioni e valori che lo guidano tuttora. Ripercorrendo tappa dopo tappa i luoghi di quell’avventura, confronta le possibilità di oggi con le difficoltà di ieri, le speranze di una generazione e le promesse della storia, tra intuizioni e desideri, aspettative e fuoriprogramma. Muovendosi per le strade d’Europa a bordo di una 2 Cavalli, racconta lo stupore nella «scoperta» dell’altro, l’esperienza delle frontiere, fisiche e psicologiche, la verità di una «terra promessa», la Spagna, sospesa tra nostalgia e progresso, lo smarrimento davanti al limite estremo, la malinconia del distacco e la libertà della memoria che resta, ma adattandosi all’età e all’esperienza. Il tempo del viaggio si dilata e nel susseguirsi di incontri ed eventi, i pensieri e le considerazioni di quei giorni si alternano alle immagini di paesaggi e città, in una profonda riflessione su come si diventa adulti, sulla passione per le idee e per la vita.

Immagina un mondo
0 0 0
Libri Moderni

Thinard, Florence - Antonioni, Eleonora

Immagina un mondo / Florence Thinard, Eleonora Antonioni ; traduzione di Sara Saorin

[S.l.] : Camelozampa, 2023

Abstract: Ogni giorno, ai quattro angoli del mondo, ci sono donne e uomini che si rimboccano le maniche per studiare, fare esperimenti e diffondere le loro idee. Seminano, piantano, costruiscono, proteggono e inventano soluzioni. Che succede, dopo? Le foreste ricrescono, i pesci si riproducono, nelle città si ha meno fame o meno caldo, la povertà diminuisce, i ragazzi e le ragazze vanno a scuola, le energie pulite fanno girare le macchine… Immagina che queste soluzioni vengano applicate su grande scala, in tutti i continenti: eccoci in un mondo più pulito, più bello e più giusto. Immaginiamolo assieme, questo mondo di domani. Perché immaginare vuol dire potere! Età di lettura: da 7 anni.

Geopolitica umana
0 0 0
Libri Moderni

Fabbri, Dario

Geopolitica umana : capire il mondo dalle civiltà antiche alle potenze odierne / Dario Fabbri

Milano : Gribaudo, 2023

Abstract: «In formula: la geopolitica umana studia l'interazione tra collettività collocate nello spazio geografico calandosi nello sguardo altrui. Oggetto della sua analisi sono le aggregazioni umane, in ogni realizzazione storica. Tribù, póleis, comuni. Fino all'epoca corrente, dominata dagli Stati-nazione, dagli imperi. Mai i singoli individui. Tantomeno i leader. Ritenuti irrilevanti, mero prodotto della realtà che pensano di determinare. Nella migliore accezione, soggetti che incarnano lo spirito del tempo.» Un libro frutto degli studi e del personalissimo approccio di Dario Fabbri, che racconta di una geopolitica “umana”, intessuta con discipline quali l'antropologia e la psicologia collettiva, ma anche strettamente connessa con la profondità storica, l'etnografia e la linguistica, luogo in cui le parole si fanno campo di battaglia e che quindi segnala “traumi e invasioni, conquiste e seduzioni”. Una geopolitica da utilizzare come «lente graduata per vincere la miopia, prisma prezioso per scrutare le questioni del nostro tempo. Con l'obiettivo di comprendere cosa può scalfire il sistema che abitiamo, quale potenza possiederà il futuro, in quali contesti si deciderà la lotta per l'egemonia, quali effetti avrà sul nostro Paese.»

Manuale per ogni candidatura
0 0 0
Libri Moderni

Alfonso, Donatella

Manuale per ogni candidatura : ad uso di aspiranti al mondo politico, in tutte le sue forme / Donatella Alfonso

[S.l.] : Focus, 2023

Abstract: Cosa significa candidarsi? Come si fa una campagna elettorale? Il primo a scriverne fu Cicerone, ma oggi cosa devono fare donne e uomini tentati dai meccanismi di rappresentanza? È più importante avere un social media manager agguerrito o qualcuno che ti parcheggi la macchina? Cosa significa essere incandidabile o ineleggibile? Una volta eletti, di quanto vi cambia la vita? tra norme di legge e vita vissuta, tra consigli semiseri e norme da non dimenticare, che ci si candidi ad un Municipio o in Parlamento, un manuale per chi pensa, nonostante tutto, che la cosa pubblica sia tale perché ci sono persone che sentono – ancora – il richiamo a mettersi in gioco, e non solo per sé. Interventi di Pierluigi Bersani e Paola Tavella.

Antitotalitari d'Italia
0 0 0
Libri Moderni

Teodori, Massimo

Antitotalitari d'Italia / Massimo Teodori

Soveria Mannelli : Rubbettino, 2023

Zonafranca ; 73

Abstract: Il totalitarismo nero e rosso sconfitto nel XX secolo è ricomparso nel XXI, se pure in altre forme. In Antitotalitari d’Italia Massimo Teodori si chiede come mai il termine “antitotalitario” sia stato bandito dal linguaggio storico e politico italiano mentre si parla molto di fascismo e antifascismo, elevati a concetti generali che pretendono di esaurire tutte le tendenze ideali. Con la pratica dello storico e la passione dell’intellettuale l’autore propone una memoria dei leader, dei gruppi e dei movimenti che nella Repubblica hanno animato la scena politica: liberali e socialisti, radicali e cristiani, conservatori e riformatori. Tra i precursori spiccano Croce, Salvemini e don Sturzo, tra i politici si incontrano De Gasperi, Einaudi, Sforza e Silone, quindi Saragat, Malagodi, Spinelli, Pannella e Craxi, e tra gli intellettuali Montale e Sciascia. Infine si ricordano Nicola Chiaromonte della Libertà della cultura e George Orwell di 1984, due tra le figure più significative dell’antitotalitarismo internazionale a cui durante la Guerra fredda furono rivolte le sprezzanti critiche di Togliatti.

Le strutture del potere
0 0 0
Libri Moderni

Cassese, Sabino

Le strutture del potere / Sabino Cassese ; intervista di Alessandra Sardoni

Bari ; Roma : Laterza, 2023

Saggi tascabili Laterza ; 459

Abstract: I poteri visibili e quelli invisibili che governano il nostro Paese nell’analisi e nel racconto di un protagonista della vita pubblica italiana.

Come l'Occidente ha provocato la guerra in Ucraina
0 0 0
Libri Moderni

Abelow, Benjamin

Come l'Occidente ha provocato la guerra in Ucraina / Benjamin Abelow ; prefazione di Luciano Canfora ; traduzione di Valentina Nicolì

Roma : Fazi, 2023

Le terre ; 268

Abstract: Chi è il vero responsabile del ritorno della guerra in Europa? Secondo il mantra della narrazione occidentale dominante, c’è un solo e unico colpevole: Vladimir Putin, novello Hitler, che avrebbe invaso l’Ucraina senza alcuna motivazione, se non quella di un violento e sfrenato espansionismo. Ma è lecito porsi ulteriori dubbi. In realtà, secondo lo storico americano Benjamin Abelow, sono gli Stati Uniti e la NATO a essere i principali responsabili della crisi ucraina. Attraverso una storia trentennale di decisioni politiche sbagliate e di provocazioni, iniziate durante la dissoluzione dell’Unione Sovietica, Washington e i suoi alleati europei hanno posto la Russia in una situazione considerata insostenibile da Putin e dal suo staff militare. Senza giustificare l’aggressione di Mosca o scagionare i leader russi, in questo libro agile ed estremamente leggibile Abelow dà voce ad autorevoli analisti politici, militari e funzionari governativi degli Stati Uniti – tra questi John J. Mearsheimer, Stephen F. Cohen, George F. Kennan, Douglas Macgregor – per mostrare in modo chiaro e convincente come l’Occidente abbia innescato il conflitto ucraino, mettendo i propri cittadini e il resto del mondo di fronte al rischio reale di una guerra nucleare. Come l’Occidente ha provocato la guerra in Ucraina guarda con lucidità sotto la superficie degli eventi recenti, permettendo ai lettori di comprendere le ragioni più profonde, ma troppo spesso mistificate e taciute, della tragedia in corso, e fornisce nuove intuizioni su come il conflitto potrebbe essere risolto. «Il mio obiettivo non è difendere l’invasione, ma spiegare perché è avvenuta. La maggior parte dei cittadini occidentali ha sentito una spiegazione unilaterale e semplicistica di come è nata questa guerra. Ovvero che l’Occidente è tutto buono e la Russia è tutta malvagia. Cerco di pareggiare quel conto. La verità può essere dolorosa, ma è comunque essenziale, perché se non diagnostichi correttamente un problema, non sarai in grado di trovare una soluzione».