In questa pagina ti proponiamo la classifica dei titoli più prenotati del sistema.

Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Data 2003
× Materiale A stampa
× Nomi Christie, Agatha
Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2017
× Nomi Pirandello, Luigi

Trovati 9 documenti.

Fu Mattia Pascal
0 0 0
Disco (CD)

Pirandello, Luigi

Fu Mattia Pascal / Luigi Pirandello ; letto da Paolo Bonacelli ; con Cecilia D'Amico e Giovanni Maria Briganti

Roma : Emons, 2017

Classici

Abstract: In fuga da un matrimonio infelice, il bibliotecario Mattia Pascal si ritrova a Montecarlo con una grossa somma vinta al casinò. Sulla via del ritorno a casa, scopre però dal giornale che al paese tutti lo credono morto. Decide così di approfittarne per cambiare vita, con una nuova identità. Antieroe grottesco, il protagonista racconta con umorismo le vicende che l’hanno portato a diventare il “fu” di se stesso.

1914-1918: Il treno ha fischiato..., Un matrimonio ideale e altre novelle
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pirandello, Luigi - Lugnani, Lucio

1914-1918: Il treno ha fischiato..., Un matrimonio ideale e altre novelle

Rizzoli, 16/03/2017

Abstract: "Bisogna attraversare il fitto delle novelle e lasciarsene impigliare e graffiare per rendersi conto fino in fondo che Uno, nessuno e centomila e i sulfurei incompiuti Giganti della montagna, e i Sei personaggi stessi, senza il travaglio elaborante della novellistica non avrebbero potuto esistere." È con queste parole che il curatore Lucio Lugnani, dopo una vita accademica dedicata allo studio di Pirandello, presenta quest'edizione completa e commentata delle novelle pirandelliane: una raccolta unica in Italia, che ripercorre e rilegge in chiave moderna la genesi, le fonti di ispirazione, il contesto culturale ed esperienziale di un corpus di una ricchezza stilistica e tematica senza pari, corredandolo di un apparato di note critiche e bibliografiche aggiornate agli studi più recenti. Da Il treno ha fischiato... a La carriola, fino a Un matrimonio ideale, il quinto volume contiene opere indimenticabili scritte da Pirandello nella piena maturità.

1910-1913: Pensaci, Giacomino!, La patente, Ciàula scopre la luna e altre novelle
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pirandello, Luigi - Lugnani, Lucio

1910-1913: Pensaci, Giacomino!, La patente, Ciàula scopre la luna e altre novelle

Rizzoli, 16/03/2017

Abstract: "Bisogna attraversare il fitto delle novelle e lasciarsene impigliare e graffiare per rendersi conto fino in fondo che Uno, nessuno e centomila e i sulfurei incompiuti Giganti della montagna, e i Sei personaggi stessi, senza il travaglio elaborante della novellistica non avrebbero potuto esistere." È con queste parole che il curatore Lucio Lugnani, dopo una vita accademica dedicata allo studio di Pirandello, presenta quest'edizione completa e commentata delle novelle pirandelliane: una raccolta unica in Italia, che ripercorre e rilegge in chiave moderna la genesi, le fonti di ispirazione, il contesto culturale ed esperienziale di un corpus di una ricchezza stilistica e tematica senza pari, corredandolo di un apparato di note critiche e bibliografiche aggiornate agli studi più recenti. Questo quarto volume raccoglie le novelle scritte tra il 1910 e il 1913, periodo cardine della creatività pirandelliana, con la scrittura di capolavori come La patente, Pensaci, Giacomino! e Ciàula scopre la luna.

1919-1936: Pubertà, Spunta un giorno, Soffio e altre novelle
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pirandello, Luigi - Lugnani, Lucio

1919-1936: Pubertà, Spunta un giorno, Soffio e altre novelle

Rizzoli, 16/03/2017

Abstract: "Bisogna attraversare il fitto delle novelle e lasciarsene impigliare e graffiare per rendersi conto fino in fondo che Uno, nessuno e centomila e i sulfurei incompiuti Giganti della montagna, e i Sei personaggi stessi, senza il travaglio elaborante della novellistica non avrebbero potuto esistere." È con queste parole che il curatore Lucio Lugnani, dopo una vita accademica dedicata allo studio di Pirandello, presenta quest'edizione completa e commentata delle novelle pirandelliane: una raccolta unica in Italia, che ripercorre e rilegge in chiave moderna la genesi, le fonti di ispirazione, il contesto culturale ed esperienziale di un corpus di una ricchezza stilistica e tematica senza pari, corredandolo di un apparato di note critiche e bibliografiche aggiornate agli studi più recenti. Il volume conclusivo della raccolta - contenente celebri novelle come Il figlio cambiato, Pubertà e Soffio -, una perfetta testimonianza della maestria raggiunta da Pirandello nella fase finale della sua produzione.

Quaderni di Serafino Gubbio operatore
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pirandello, Luigi - Micali, Simona

Quaderni di Serafino Gubbio operatore

Feltrinelli Editore, 23/02/2017

Abstract: Chi volesse riassumere in due parole la trama si troverebbe certo in imbarazzo: il nucleo è infatti una storiaccia passionale, che rimanda ai modelli del romanzo tardo-romantico replicati in tutte le possibili varianti dal romanzo d'appendice. Abbiamo un perfetto esemplare di femme fatale: slava, bellissima, tormentata e crudele, la solita donna "più tigre della tigre", il cui fascino funesto causa la morte di due uomini, il giovane artista ingenuo e romantico, che si è ucciso dopo che lei l'ha tradito, e l'aristocratico elegante, che per amore di lei perde salute e dignità, e non troverà altra soluzione che ucciderla e uccidersi in maniera cruenta e spettacolare. Eppure chi riassumesse in questi termini i "Quaderni" non renderebbe affatto giustizia al romanzo, un romanzo intellettuale, filosofico, ironico, allegorico, una "farsa trascendentale" o "tragedia del moderno" – sono solo alcune delle etichette utilizzate dalla critica per descriverlo. Il punto è che quella "fabula" è assunta come una materia romanzesca da rielaborare in una direzione completamente diversa: in altre parole, Pirandello ci racconta una storia, e contemporaneamente sviluppa una riflessione sulle possibilità della scrittura narrativa, conducendo a compimento la dissoluzione dei modelli romanzeschi tradizionali.

L'esclusa
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pirandello, Luigi - Borsellino, Antonino - Piscini, Angela

L'esclusa

Garzanti Classici, 28/06/2017

Abstract: L'esclusa (1901) segna l'approdo di Pirandello al romanzo. Pur vivendo ancora della sensibilità naturalistica dell'epoca, a cominciare dal tema dell'adulterio, tra i più frequentati dalla letteratura del secondo Ottocento, l'opera è già permeata del gusto del grottesco che avrà importanti sviluppi nella narrativa e nel teatro successivi. La vicenda di Marta, sposa ingiustamente accusata di tradimento, ripudiata dal marito, emarginata dalla famiglia e dalla collettività e poi perdonata quando l'adulterio viene realmente consumato, offre a Pirandello il pretesto per far emergere gli aspetti assurdi, contraddittori della vita, e denunciare i pregiudizi moralistici di una società abituata ad appellarsi ad astratti valori di facciata. Il gioco ambiguo del paradosso, caratteristico della filosofia pirandelliana, introduce nello sviluppo narrativo una circolarità che inganna le aspettative del lettore e riconduce la storia al suo inizio: come se nulla fosse successo. Ma la scommessa dell'autore è anche un'altra: sfiorare il tragico e rischiare il melodramma mantenendo gli occhi asciutti dell'umorista.

Il fu Mattia Pascal
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pirandello, Luigi - Borsellino, Antonino - Patrizi, Giorgio

Il fu Mattia Pascal

Garzanti Classici, 28/06/2017

Abstract: Il più famoso dei romanzi di Pirandello segna l'abbandono definitivo degli schemi narrativi tradizionali e la nascita del moderno romanzo d'introspezione. La storia è emblematica del diffuso disagio esistenziale che accompagna il cambio di secolo: mentre Mattia Pascal cerca di evadere dalla falsità delle relazioni sociali e familiari che lo soffocano, il destino gli offre una opportunità insperata, quella di essere creduto morto. Subito si inventa  una nuova identità, convinto di poter vivere un'altra vita. Ma l'apparenza non ha consonanze con il reale e Mattia finisce per autoescludersi definitivamente dalla vita sociale, rimanendo imprigionato suo malgrado nella propria finzione.

Uno, nessuno e centomila
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pirandello, Luigi - Borsellino, Antonino - Milone, Pietro

Uno, nessuno e centomila

Garzanti Classici, 28/06/2017

Abstract: In Uno, nessuno e centomila "c'è la sintesi completa di quello che ho fatto e che farò" ebbe a dichiarare Pirandello. In effetti questo romanzo, che raccoglie gli sviluppi della sua opera drammatica ma che avrebbe  potuto esserne il proemio, ha assunto nel tempo un significato insieme conclusivo e inaugurale. La  parabola di Vitangelo Moscarda, che guardandosi allo specchio scopre la differenza tra l'immagine di sé che ha sempre coltivato e quella che gli altri ne hanno, per nulla unanime, anzi molteplice e frammentata, può essere considerata la più tipica delle storie pirandelliane. Immaturo e inconcludente, infantile e vanesio, Moscarda è un moderno antieroe del romanzo del Novecento: appartiene alla fitta discendenza del dostoevskijano "uomo del sottosuolo", è parente stretto dello Zeno Cosini di Svevo, e gemello di Mattia Pascal. Lo sgomento intollerabile che egli prova di fronte all'esperienza del suo io frantumato e cangiante lo condurrà all'isolamento e alla follia ma anche alla scoperta dell'infinita libertà di chi, senza nome e senza ricordi, muore e rinasce a ogni istante.

I romanzi
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pirandello, Luigi - Borsellino, Antonino

I romanzi

Garzanti Classici, 28/06/2017

Abstract: L'esclusa - Il fu Mattia Pascal - I vecchi e i giovani - Quaderni di Serafino Gubbio - Uno, nessuno e centomila  Nel solco dei grandi maestri del Novecento – Proust, Joyce, Kafka, Musil, Svevo – Pirandello ha liberato il romanzo dalle secche del verismo, smontando il canone realista con tutti i suoi presupposti: il rapporto di causa ed effetto come motivazione e senso degli eventi, la linearità temporale dell'intreccio, l'identità irriducibile del protagonista. Il personaggio pirandelliano nasce sulle ceneri della persona, l'io empirico inserito in una trama di relazioni sociali e familiari. Non è più "uno", ma "molti"; non è più "carattere" o "tipo" riconoscibile in base a criteri morali e comportamentali come nella tradizione romanzesca, bensì "maschera nuda", volto deformato nello specchio degli altri, lacerato da una conflittualità irrisolta, sempre in bilico tra l'apparire e l'essere: è "maschera" in quanto creatura artificiosa, straniata, antinaturalistica, ma "nuda", cioè sincera, capace di esibire la sua verità profonda e di elaborare una propria visione del mondo.    L'edizione dei romanzi di Pirandello nella collana dei Grandi Libri Garzanti è curata da Nino Borsellino e corredata da un ricco apparato critico comprendente: un'Introduzione generale, che ricostruisce la biografia, la poetica e l'opera dell'autore; una Prefazione specifica per ogni singolo romanzo, affidata a specialisti di consolidata competenza; la Guida bibliografica ragionata; la Cronologia delle opere e delle prime rappresentazioni teatrali; le note al testo, che facilitano la comprensione delle particolarità stilistiche e linguistiche nonché dei riferimenti storico-culturali.