In questa pagina ti proponiamo la classifica dei titoli più prenotati del sistema.

Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Data 2003
× Soggetto Storie di ragazze e ragazzi

Trovati 522858 documenti.

Identici. Piccola antologia delle cose uguali e di quelle no
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Aa.Vv.

Identici. Piccola antologia delle cose uguali e di quelle no

Salani Editore, 22/08/2019

Abstract: 22 SCRITTORI CONTEMPORANEI22 MODI DI RACCONTARE LA DIVERSITÀPERCHÉ SAPERSI UNICI È IL SOLO MODO DI SCOPRIRSI UGUALI Di storie, in questo libro, ce ne sono per tutti i gusti. Storie misteriose e fantastiche, storie che guardano al passato e storie che immaginano il futuro. Ventidue tra i più importanti scrittori italiani per ragazzi hanno scelto di unirsi, per raccontare insieme la bellezza e la ricchezza della diversità. Ciascuno lo ha fatto alla sua maniera, lasciando libera la fantasia. Allo stesso modo ogni lettore potrà trovare nell'antologia il percorso, unico e irripetibile, che fa per lui.Identici è un invito a scoprire e accogliere le differenze che ci caratterizzano. Perché solo dall'incontro con ciò che è diverso può nascere un mondo in cui siamo tutti uguali. Con una prefazione e le note di Pierdomenico Baccalario, tra gli scrittori più letti e amati dai giovani.

Nel segno dell'anguilla
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Svensson, Patrik

Nel segno dell'anguilla

Guanda, 26/09/2019

Abstract: Un padre, un figlio, una storia di formazione e di scoperta della natura.Durante le magiche notti d'estate in cui i pipistrelli sorvolano il torrente al chiaro di luna, un padre e un figlio vanno a pesca di anguille ed escogitano sempre nuovi metodi per mettere le mani su questa creatura degli abissi, del buio e del fango, per catturare il suo corpo viscido e guizzante e guardare nei suoi occhi nerissimi. Dandole la caccia imparano a conoscersi, a cementare un rapporto fatto soprattutto di silenzi, ma anche di rispetto e complicità. La sfida con l'animale più sfuggente di tutti insegna al ragazzo a fare della natura una maestra, una guida. Nel ricordo di suo padre e delle tante cose rimaste fra loro non dette, Patrik Svensson racconta una storia di formazione sullo sfondo di un mistero che per millenni ha affascinato pensatori, scienziati, esploratori: da chi, come Aristotele, dell'anguilla ha studiato l'origine, l'essenza e le sorprendenti metamorfosi – essere anfibio, serpente di mare, pesce d'acqua salata o dolce – a un giovanissimo Freud che si è dedicato con ostinazione allo studio dei suoi meccanismi riproduttivi; fino ai biologi che hanno scandagliato gli oceani per seguire le sue migrazioni dal Mar dei Sargassi ai fiumi d'Europa e d'America, e ritorno. E oggi il rischio dell'estinzione accomuna il destino di questo animale a quello dell'uomo, facendone un simbolo dell'emergenza ambientale. Nel segno dell'anguilla è un libro unico, che esula da ogni genere: memoir, racconto naturalistico, riflessione su un viaggio che è insieme scoperta e ritorno alle origini. E che inevitabilmente ci riporta a noi, e agli interrogativi irrisolti del viaggio che è la nostra vita. 

Il manoscritto
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Thilliez, Franck

Il manoscritto

Fazi Editore, 05/09/2019

Abstract: Léane Morgan è considerata la regina del thriller, ma firma i suoi libri con uno pseudonimo per preservare la propria vita privata, che ha subito un profondo sconvolgimento: sua figlia Sarah è stata rapita quattro anni prima e la polizia ha archiviato il caso come omicidio a opera di un noto serial killer, pur non essendo mai stato ritrovato il corpo della ragazza. Dopo la tragedia, del suo matrimonio con Jullian non è rimasto che un luogo, la solitaria villa sul mare nel Nord della Francia che Léane ha ormai abbandonato da tempo; ma quando il marito viene brutalmente aggredito subendo una perdita di memoria, lei si vede costretta a tornare in quella casa, carica di ricordi dolorosi e, adesso, di inquietanti interrogativi: cosa aveva scoperto Jullian, perso dietro alla ricerca ossessiva della verità sulla scomparsa della figlia? Intanto, nei dintorni di Grenoble, viene ritrovato un cadavere senza volto nel bagagliaio di una macchina rubata: potrebbe forse trattarsi di un'altra vittima del presunto assassino di Sarah. Le intuizioni del poliziotto Vic, dotato di una memoria prodigiosa, permetteranno di incastrare alcuni tasselli del puzzle, ma altri spaventosi elementi arriveranno a confondere ogni ipotesi su una verità che diventa sempre più distante, frammentaria e, inevitabilmente, terribile.Franck Thilliez, maestro del giallo francese, proprio come la protagonista del Manoscritto, costruisce un intreccio calibrato al millimetro, giocando con i temi perturbanti del doppio e della memoria, incastrando in ogni svelamento un nuovo mistero; il risultato è un thriller implacabile, che non lascerà scampo a nessuno, lettore compreso."Il maestro incontestato del thriller francese".Ian Manook"Il fenomeno Thilliez è sorprendente"."Le Figaro"

Rosamund. La famiglia Aubrey
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

West, Rebecca

Rosamund. La famiglia Aubrey

Fazi Editore, 12/09/2019

Abstract: Mentre lo scintillio degli anni Venti cede il posto alla Grande Depressione, Mary e Rose sono ormai due pianiste famose. Girano l'America soggiornando negli alberghi più esclusivi e vengono accolte come star alle feste d'élite, dove lo champagne scorre a fiumi e gli invitati sono ricchi, affascinanti e privilegiati. Di pari passo al lusso e al successo, si trovano però ad affrontare una società crudele e la volgarità di chi si finge amante della musica senza realmente comprenderla. Ma soprattutto le due gemelle non riescono a colmare il divario tra presente e passato e a intessere nuove relazioni; prostrate dal dolore per la scomparsa della cara madre e dell'adorato fratello, subiranno anche l'allontanamento dell'unica persona che sarebbe in grado di dare valore alle loro esistenze: l'affascinante cugina Rosamund, che ha inspiegabilmente sposato un uomo avido e volgare, la quale abbandona il suo lavoro per viaggiare all'estero con lui.In questo faticoso percorso di maturazione emotiva e artistica, le due donne si aggrapperanno sempre di più l'una all'altra e troveranno rifugio e ristoro nell'affettuosa e pacata umanità degli avventori del Dog and Duck – il pub sul Tamigi –, che ai loro occhi paiono trasformarsi quasi in figure mitologiche. Eppure, mentre il loro senso di inadeguatezza nei confronti della realtà continua a crescere, e Mary si ritira sempre di più a vita privata, c'è una sorpresa che attende Rose: la più deliziosa delle scoperte, l'amore, con tutta la potenza di una sensualità ancora da esplorare.Da una delle più raffinate maestre di stile del Novecento inglese, il terzo e ultimo capitolo della trilogia della famiglia Aubrey che ha scalato le classifiche conquistando i lettori con la grazia e la vividezza della sua prosa."Uno dei migliori libri scritti nel Novecento".Alessandro Baricco"Quel poco che so della bellezza, e della delizia, lo devo a Rebecca West… Uno dei libri più belli che abbia mai letto". Andrea Marcolongo, "TTL – La Stampa""Una ricostruzione narrativa che si apparenta a certi grandi romanzi dickensiani. Richiama alla memoria il quadretto della famiglia di Piccole Donne di Louisa May Alcott".Alessia Gazzola, "La Lettura – Corriere della Sera""Milioni di famiglie riempiono la letteratura, ma negli Aubrey c'è dell'altro: c'è la sostanza profonda e necessaria dell'essere-famiglia". Leonetta Bentivoglio, "Robinson – la Repubblica""Un gigante nel suo genere, sia per ciò che ha scritto sia per ciò che ha rappresentato. Scopritela, ne vale la pena". Caterina Soffici, "Vanity Fair"

Federer. Il genio e la bellezza
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Sandrini, Fabrizio

Federer. Il genio e la bellezza

Ultra, 28/07/2019

Abstract: Mentre milioni di fan in tutto il mondo si preparano ad affrontare e a celebrare la fine dell'attività agonistica di Roger Federer, Fabrizio Sandrini – uno di loro – in questa biografia sui generis focalizza l'attenzione sull'ultima parte della carriera del campione svizzero. Le sue gesta sono seguite da vicino, partita dopo partita, volgendo lo sguardo alla performance sul campo per poi invertire il telescopio e puntarlo sulle dinamiche interiori. La struttura del libro poggia su due pilastri: da una parte l'analisi puntuale delle partite giocate, dall'altra le riflessioni esistenziali e filosofiche intorno a questo miracolo sportivo, indiscutibilmente uno dei massimi inveramenti di quella che David Foster Wallace definiva l'esperienza religiosa del tennis. Il tutto calato nel ritmo incalzante delle stagioni, torneo dopo torneo. A unire i capitoli pensano piccoli camei, in cui con veloci pennellate si ricostruisce la storia delle persone e delle dinamiche che hanno avuto un ruolo determinante nella vita di Federer. Un omaggio originale, appassionato e coinvolgente alla straordinaria parabola disegnata dal sovrano assoluto del tennis contemporaneo.

Per chi è la notte
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Simeone, Aldo

Per chi è la notte

Fazi Editore, 05/09/2019

Abstract: Mentre la seconda guerra mondiale si avvia verso la fase più cruenta, tra i monti della Garfagnana c'è un paese che sembra rimasto escluso dalla Storia e in cui la vita è scandita da antiche leggende. Per gli abitanti di Bosconero è più forte il divieto di entrare nel bosco del timore della guerra e delle terribili notizie che arrivano dal fronte. In paese si racconta che tra gli alberi si nascondano inquietanti creature: gli streghi, spiriti che, dopo il tramonto, si aggirano con un cero in mano, il loro indice che arde e non si consuma, in un'infinita processione. Chi sono? Qual è la risposta alla loro oscura domanda: "Per chi è la notte?". Francesco, di undici anni, vive con la madre, malinconica e distaccata, e con la nonna che nutre le sue fantasie con i racconti popolari. Il ragazzino non ha amici e vive isolato perché, secondo le dicerie paesane, è figlio di un disertore. Ma quel marchio infame non è la sua unica vergogna. Ancora più inconfessabile è il richiamo del bosco, nonostante la paura di ciò che in esso si annida. All'arrivo dei nazisti, e dopo l'apparizione di strane luci nel fitto degli alberi, sarà Tommaso, un ragazzino dagli occhi verdi e dai capelli rossi, giunto misteriosamente da solo in fuga dalla città, a convincere Francesco a violare quell'estremo confine, oltre il quale bisogna scegliere da che parte stare.Un esordio nitido e visionario che guarda al dramma della Storia con gli occhi candidi e coraggiosi di un bambino. Un romanzo di formazione dallo stile evocativo, suggestivo come il paesaggio magico e incantato dei monti della Garfagnana. Un racconto, tenero e straziante, sulla fine dell'infanzia."Mio padre era carbonaio".Iniziai così. Col verbo al passato."Fa il carbone", continuai."Un giorno è entrato nel bosco e non ne è più uscito. La gente dice… che era per non combattere ma la verità è che lo hanno preso gli streghi".

Nel profondo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Johnson, Daisy

Nel profondo

Fazi Editore, 19/09/2019

Abstract: Gretel lavora come lessicografa: aggiorna le voci del dizionario, ragionando quotidianamente sul linguaggio, attività che ben si addice alla sua natura riflessiva e solitaria. Ha imparato che non sempre esistono vocaboli precisi per indicare ogni cosa, almeno non nel linguaggio di tutti; ma quando era piccola, e viveva su una chiatta lungo il fiume, lei e sua madre parlavano una lingua soltanto loro, fatta di parole ed espressioni inventate, e allora anche i concetti più astratti trovavano il proprio termine di riferimento, come il Bonak, definizione di tutto quello che più ci fa paura. Adesso sono passati sedici anni, esattamente la metà della vita di Gretel, da quando sua madre l'ha abbandonata, e le parole di quel codice stanno lentamente scolorendo, perdendosi nei fondali della memoria. Ma una telefonata inattesa arriverà a riportarle a galla, insieme ai ricordi di quegli anni selvaggi passati sul canale, dello strano ragazzo che trascorse un mese con loro durante quel fatidico ultimo anno, di quella figura materna adorata e terribile con la quale è arrivato il momento di fare i conti.I personaggi, i luoghi, la memoria, il linguaggio: ogni cosa è fluida e mutevole, come le acque torbide del canale che fanno da ambientazione a questa storia magnetica. Attraverso una scrittura dalla precisione quasi inquietante, che le è valsa una candidatura al Man Booker Prize a soli ventisette anni, Daisy Johnson si serve di riferimenti culturali che vanno dal mito classico al folklore nord-europeo e costruisce un racconto di rara suggestione, in cui risalire le correnti del passato è l'unico modo per costruire la geografia del presente. Nel profondo è un romanzo già in grado di emanare la propria mitologia."Nel profondo è una forza della natura". "The New York Times Book Review""Daisy Johnson è il nuovo mostro della narrativa".Lauren Groff"Intriso di mitologia e di favole, Nel profondo è strano, selvaggio, sconvolgente. Immergetevi anche solo per un istante, e ne riemergerete senza fiato". Celeste Ng"Incantevole"."The New Yorker""Un romanzo profondamente coinvolgente e perturbante che trasporta il lettore in un mondo straordinariamente sinistro"."Sunday Times"

Donne crocifisse. La vergogna della tratta raccontata dalla strada
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Buonaiuto, Aldo

Donne crocifisse. La vergogna della tratta raccontata dalla strada

Rubbettino Editore, 29/07/2019

Abstract: Prefazione di Papa FrancescoMary, diciotto anni, era una ex bambina soldato, abituata a difendersi da sola e soprattutto a lottare per sopravvivere. Nel suo Paese era stata reclutata per uccidere e, dopo l'addestramento secondo le più rigide e spietate tecniche di resistenza fisica e psicologica, non ebbe la forza di trasformare quegli insegnamenti di morte in un destino da killer. Una giovane martire della mafia nigeriana venduta come una bestia, violentata e costretta più volte ad abortire. Nel viaggio della tratta degli esseri umani, in piena traversata del deserto, è costretta persino a bere le proprie urine. La storia di Mary ha commosso papa Francesco, in visita alla Comunità Giovanni XXIII dove la donna ora risiede. Ma quante sono le Mary che popolano ogni giorno le nostre strade? Quali sono le storie drammatiche che si celano dietro questa moderna tratta delle schiave (e degli schiavi) che è la prostituzione e che spesso fingiamo di non conoscere? Quali sono le responsabilità di quelli che definiamo "clienti"? È delle tante, troppe Mary che questo libro parla, raccontando storie, tracciando traiettorie che si intrecciano inevitabilmente con quelle dell'immigrazione, ricostruendo le ragioni perverse che spingono uomini (spesso connazionali) a schiavizzare altri esseri umani, facendo mercimonio del loro corpo.

Nell'angolo di quiete
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Keyserling, Eduard von - Tateo, Giovanni - Tateo, Giovanni

Nell'angolo di quiete

L'orma editore, 25/10/2018

Abstract: Estate 1914. Un'aristocratica villa tra le montagne bavaresi ospita la villeggiatura della famiglia von der Ost: il rigido padre Bruno, banchiere devoto all'esatta legge dei numeri; la sentimentale madre Irene, rapita da un amore segreto; il solitario figlio Paul, undicenne insicuro sulla soglia delle prime confuse inquietudini del desiderio.Tra quelle valli placide i clangori della Guerra appena scoppiata giungono attutiti come l'eco di un lontano rimbombo, ma di fronte alla mobilitazione generale i già labili equilibri s'incrinano svelando quanto sia fragile la pace che regna in quell'"angolo di quiete". Mentre le irreprimibili leggi della vita stridono con i doveri nei confronti dei morti, il bambino – incapace di comprendere la portata degli eventi, ma determinato a "esercitarsi ad avere coraggio" – parte all'insaputa di tutti per un fronte che non riuscirà mai a raggiungere.Questo gioiello di classica bellezza di Eduard von Keyserling offre al lettore, tra visioni oniriche e sfumato realismo, un delicato dipinto ad acquerello capace di ritrarre un'epoca crepuscolare, tesa fra il tramonto di un'imperturbabilità ormai perduta, ma ancora vagheggiata, e l'alba di nuove, terribili e forse folli responsabilità.

I giorni e gli anni (21 agosto 1967-19 dicembre 1967)
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Johnson, Uwe - Pasqualetti, Nicola - Angiolini, Delia

I giorni e gli anni (21 agosto 1967-19 dicembre 1967)

L'orma editore, 27/04/2016

Abstract: Agosto 1967. Inizia la rievocazione di Gesine Cresspahl di un passato ferito: quello della Germania fra gli anni Trenta e Cinquanta, abbandonata per emigrare in una New York gorgogliante di cambiamenti. È qui che cresce la figlia Marie, alla quale Gesine consegna il racconto quotidiano della Storia recente, una Storia controversa e devastante che ha rimodellato, stravolgendola, anche la vicenda privata della sua famiglia. Diviso in capitoli dedicati ognuno a un giorno dell'anno, il romanzo è capace di attraversare le barriere temporali e di annodare sentimenti e idee, ritraendo uno spazio collettivo percorso da molteplici tensioni. Con magnetica abilità affabulatoria, Johnson ci porta al cospetto di una figura femminile coraggiosa e indimenticabile facendole prendere vita sotto i nostri occhi, introducendoci nei passaggi segreti del suo pensiero più intimo, della sua lingua più vitale. Sullo sfondo, un mondo di personaggi che si muovono tra il Meclemburgo e New York, nel vortice degli eventi che hanno plasmato la contemporaneità.In questo primo volume della tetralogia Gesine Cresspahl e sua figlia si accasano a Riverside Drive. Dinanzi agli occhi del lettore balenano i bagliori di una Storia esplosa: mentre le strade e gli uffici della Grande Mela si intrecciano alle foreste vietnamite, la quotidiana lettura del "New York Times" accompagna in parallelo l'epico racconto degli anni del nazismo nell'originaria Jerichow.

I giorni e gli anni (20 dicembre 1967-19 aprile 1968)
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Johnson, Uwe - Pasqualetti, Nicola - Angiolini, Delia

I giorni e gli anni (20 dicembre 1967-19 aprile 1968)

L'orma editore, 25/08/2017

Abstract: Il 1967 volge al termine e si apre l'anno che fa da spartiacque nella vita newyorkese di Gesine Cresspahl e sua figlia Marie, protagoniste di una delle più cruciali saghe del Novecento. Prosegue il dardeggiante racconto di una donna che tenta come può di annodare i fili scoperti di un passato collettivo – la Germania del nazismo e dell'immediato dopoguerra – con la trama del suo presente americano, baluginante di speranze e costellato di contraddizioni. Diviso in capitoli dedicati ognuno a un giorno del­l'anno, questo romanzo fiume registra ogni sussulto della vita, eventi clamorosi come l'assassinio di Martin Luther King o minimi come le gite sul South Ferry. Si compone così una sinfonia, scandita dal clangore delle rotative del "New York Times", che riecheggia tra le due sponde dell'Atlantico. Un'opera corale che con la sua sonorità vibrante e ricca di accenti ha segnato come poche altre la letteratura contemporanea. In questo secondo volume de I giorni e gli anni, il memorabile assolo della fantasmatica madre di Gesine, figura ambigua ed esemplare del destino di un'intera generazione, si fa largo tra le voci della calibrata miriade di personaggi di Johnson. Nelle loro gesta pubbliche e private si riflettono gli avvenimenti del Vietnam in guerra, della Cecoslovacchia in rivolta, degli Stati Uniti in ebollizione.

L'altra figlia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ernaux, Annie - Flabbi, Lorenzo

L'altra figlia

L'orma editore, 04/06/2016

Abstract: In un'assolata domenica d'estate una bambina ascolta per caso una conversazione della madre, e la sua vita cambia per sempre: i geni- tori hanno avuto un'altra figlia, morta ancora piccola due anni prima che lei nascesse. È una rivelazione che diviene lo spartiacque di un'infanzia, segna il destino di una donna e di una scrittrice, e infiamma l'intensa prosa di questo romanzo breve. "Per lasciarsi alle spalle il fuori fuoco del vissuto" Annie Ernaux intraprende una lettera impossibile a quella sorella sconosciuta. Rivivono così i sensi di colpa e i moti d'orgoglio, le curiosità taciute e le inconfessabili gelosie, il peso del confronto e il privilegio di essere amata. Ancora una volta la grande autrice francese intesse una prodigiosa corrispondenza di sensi tra vivi e morti, scolpendo in una scrittura perfetta la storia di una relazione fragile, preziosa e irrimediabile come ogni esistenza umana.

Doris, la ragazza misto seta
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Keun, Irmgard

Doris, la ragazza misto seta

L'orma editore, 01/02/2018

Abstract: Doris è giovane, vive in provincia, si innamora spesso e sogna in grande. E a sognare non l'ha imparato nell'oscurità delle notti, ma nel buio delle sale cinematografiche. "La mia vita è come un film, ed è così che la voglio scrivere" annota nelle pagine che compongono questo incalzante romanzo in cui ritroviamo a pieno l'inconfondibile tocco di Irmgard Keun. Una ragazza nella Germania degli anni Trenta, dove l'economia ristagna e la società freme. Quando le moleste attenzioni del capo la costringono a lasciare il lavoro di dattilografa, Doris decide di partire alla conquista della ruggente Berlino. Diventare una stella – una stella del teatro, del cinema o anche solo del bel mondo, poco importa –, risplendere come le luci della grande metropoli, e magari trovare l'amore: ambizioni che la spingono, non senza fraintendimenti e cadute, a reclamare un ruolo da protagonista all'in- terno della propria vita. Le avventure di questa "ragazza misto seta" – un tessuto già in sé simbolo di un lusso contraffatto, sfavillante eppure effimero – sono un vorticoso saliscendi di ambienti e passioni tra splendori e miserie, dal proletario Karl ad Alex pezzo grosso dell'industria, da Brenner reduce di guerra cieco all'impiegato Ernst. Al suo fianco l'amica del cuore Tilli, addosso una pelliccia rubata quasi più cara di ogni affetto. La voce irresistibile di Doris trascina con sé un meravigliato gioire dello sguardo e del corpo, una leggerezza di fronte a ogni ostacolo che, tra ingenuità e malizia, riluce del mito, moderno e atavico, della giovinezza.

Memoria di ragazza
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ernaux, Annie - Flabbi, Lorenzo

Memoria di ragazza

L'orma editore, 04/07/2017

Abstract: Estate 1958. Per la prima volta lontana dalla famiglia, educatrice in una colonia di vacanze, una diciottenne scopre se stessa: l'amore, il sesso, il giudizio degli altri, la fatica di essere giovani, la sete di libertà. Tra la luce delle foto di quel tempo e il buio dei ricordi rifiutati, Annie Ernaux rivive l'età di passaggio che la trasformò in donna e in scrittrice, interrogandosi sui pensieri, le aspettative, le ritrosie (senza tralasciare i disturbi alimentari e le angosce della fertilità) della "ragazza del '58". In pagine piene di inquietudini e dolori segreti, traboccanti di slanci e di canzoni – l'"esperanto dell'amore" –, è la vergogna del passato a generare la memoria, rivelandosi inaspettato dono, irrinunciabile arma in quella "colluttazione con il reale" che è al cuore dell'impresa letteraria di Ernaux. Memoria di ragazza, potentissima riflessione sulla scrittura e su un'epoca cruciale dell'esistenza, è il romanzo, proibito e inconfessabile, che l'autrice ha inseguito per tutta la vita.

Siamo Palermo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Agnello Hornby, Simonetta - Cuticchio, Mimmo

Siamo Palermo

Mondadori, 10/09/2019

Abstract: Siamo Palermo: ovvero siamo fatti della stessa pasta di cui è fatta questa città. Simonetta Agnello Hornby e Mimmo Cuticchio si sono incontrati in anni recenti, ne è nata un'amicizia, ne è nata un'intesa che ha destato la visione a due voci di Palermo, Capitale italiana della Cultura 2018. Simonetta e Mimmo raccontano e si raccontano, obbedendo al fascinoso labirinto che storia e memoria disegnano per loro. Ecco allora la Palermo della guerra, la Palermo vista dal mare e attraverso le trasparenze delle acque dolci che ancora la attraversavano, la Palermo della ricostruzione selvaggia, la Palermo dei morti per mafia. Ecco i vicoli della "munnizza", i palazzi nobiliari, le statue del Serpotta, magnifiche e sensuali, le prostitute (la bionda Nicoletta che faceva sollevare le pietre sulle quali camminava), il cuntista che fa roteare la spada per impressionare il pubblico, le grandi figure della Chiesa che si sono schierate con i poveri e contro la mafia, le atmosfere di sangue degli anni Novanta, lo Spasimo e Palazzo Butera, Palazzo Branciforte, l'arte e le isole pedonali.Simonetta e Mimmo evocano una città che guarda all'Europa, non solo in ragione della sua bellezza e delle sue contraddizioni, ma anche per il desiderio di futuro che vengono esprimendo le istituzioni e le nuove generazioni.

Andate tutti affanculo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Amerighi, Marco

Andate tutti affanculo

Mondadori, 10/09/2019

Abstract: Questo è un romanzo anti-biografico. Appino, Ufo e Karim - voce e chitarra, basso e batteria degli Zen Circus - prestano i nomi e la vita a una storia che potrebbe essere una delle loro canzoni. Realtà e finzione si rincorrono in questo rocambolesco romanzo che racconta la nascita di una famiglia disfunzionale, quella di un gruppo di ragazzi che attraverso la musica cercano di definire se stessi, e la generazione di vecchi senza esperienza dalla quale vogliono fuggire.Dal primo concerto durante un'occupazione scolastica al primo tour, fatto di viaggi in camper e notti sotto le stelle a smaltire le sbronze; dalle canzoni scribacchiate durante le seghe da scuola al primo album vero e proprio; dai primi innamoramenti ai primi scottanti abbandoni; dalle prime amicizie fraterne alle bugie capaci di farle vacillare.Sullo sfondo di questa storia di prime volte ci sono un'Italia a cavallo fra due millenni - gli anni Novanta del berlusconismo e delle controculture, gli anni Zero del G8 di Genova e dell'11 settembre - e una provincia che, con i suoi lavori mal pagati, le sue famiglie scoppiate e le sue "ragazze eroina", crea dipendenza, frustrazione e rabbia. Ma anche un amore cieco e disperato per la libertà.

L'apicultore di Aleppo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Lefteri, Christy

L'apicultore di Aleppo

Piemme, 24/09/2019

Abstract: Si può restare attaccati a un sogno, quando tutto il resto è perduto? Le api non avevano segreti per Nuri, negli anni felici della sua vita ad Aleppo: le conosceva, ne sapeva interpretare le danze, i ritmi, l'incredibile miracolo della loro società perfettamente unita. La sua vita, in Siria, era semplice e insieme ricca; lui si occupava delle arnie, sua moglie Afra inventava mille colori per dipingere il mare con le sue mani e i suoi occhi di artista, il piccolo Sami giocava tranquillo. Ma poi la Siria ha cominciato a cadere a pezzi, e così la famiglia di Nuri. Adesso, Sami non c'è più, e Afra è diventata cieca: nei suoi occhi, che hanno improvvisamente smesso di vedere, Nuri rivede ogni giorno il suo stesso dolore, e tutto ciò che, insieme, hanno perduto. Ma negli occhi color del miele di sua moglie, Nuri trova anche dell'altro: una ragione per resistere, per lottare, per continuare a vivere. Lottare per lei come per la piccola ape senza ali che adesso Nuri sta curando proprio lì, in Inghilterra, dove lui e Afra sono arrivati dopo un viaggio pericoloso e straordinario. Un viaggio che Nuri ha voluto intraprendere per seguire l'unico sogno che gli resta. Quello di tornare, un giorno, a sentire la risata di Afra, che era la cosa più bella del mondo. Sulla scia de Il cacciatore di aquiloni, L'apicultore di Aleppo è stato l'evento editoriale del 2019, tuttora ai vertici delle classifiche inglesi e in corso di traduzione nel mondo. Un romanzo commovente, importante e coraggioso, che parla di speranza e di amore. L'amore che, da solo, è in grado di farci vedere di nuovo.

Egomaniac. Ediz. italiana
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Keeland, Vi

Egomaniac. Ediz. italiana

Sperling & Kupfer, 17/09/2019

Abstract: Drew Jagger è un affascinante avvocato divorzista di successo, con uno studio da sogno affacciato su Park Avenue. Di ritorno da una vacanza alle Hawaii la sera di Capodanno, trova però il suo ufficio occupato da Emerie, una terapista di coppia che si è fatta truffare da un finto agente immobiliare. Dopo lo sconcerto iniziale, per la prima volta in vita sua, Drew, egocentrico e arrogante sciupafemmine, rimane intrigato da una donna che non ha nulla a che vedere con quelle che ha sempre frequentato. Emerie lo disarma. Con la sua ingenua schiettezza, la sua gentilezza, la sua vulnerabilità... e un lato B da capogiro. I due non hanno nulla in comune se non l'ufficio, ma col passare del tempo la convivenza forzata sfocia in una proficua collaborazione professionale e in un'attrazione irresistibile. Mentre cercano di controllare i loro impulsi, Drew dovrà affrontare il suo passato e imparare ad accettare una dura verità che riguarda suo figlio. E capirà che la dolcezza di Emerie è ciò di cui ha sempre avuto bisogno. E che il vero amore arriva quando meno te lo aspetti. Una commedia romantica e piccante, dall'inconfondibile e frizzante penna di Vi Keeland. Arriva finalmente in Italia il più grande successo della regina mondiale del romance: Egomaniac.

Il caso Mattei. Salvini & Renzi
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Lenzi, Massimiliano - Bisignani, Luigi - Cacciari, Massimo - Crepet, Paolo - Farinetti, Oscar - Fuksas, Massimiliano - Mastella, Clemente

Il caso Mattei. Salvini & Renzi

Aliberti Compagnia Editoriale, 31/07/2019

Abstract: I "due Mattei": Renzi, l'ex rottamatore che doveva cambiare l'Italia per farla finalmente entrare nella modernità. E Salvini, il leghista che ha fatto dello slogan "gli immigrati non sbarcheranno in Italia" la bandiera identitaria della sua politica. Sono in apparenza molto distanti, eppure i due Matteo, erma bifronte delle nuove classi politiche del Belpaese, costituiscono un caso di scuola per capire la velocità e la noia, l'entusiasmo e il rifiuto cui vanno incontro in pochi anni le leadership politiche di questa Italia. Uno è caduto quasi velocemente come era salito. E l'altro, che farà? Lenzi ha provato a rispondere a questa domanda insieme al politico Clemente Mastella, al giornalista Luigi Bisignani, al filosofo Massimo Cacciari, allo psicanalista Paolo Crepet, all'imprenditore Oscar Farinetti, all'architetto Massimiliano Fuksas.

La libertà ha i tuoi occhi
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Balson, Ronald H. - Scarabelli, Roberta

La libertà ha i tuoi occhi

Garzanti, 19/09/2019

Abstract: "Commovente e pieno di speranza. Se avete amato "Vorrei solo averti accanto", non rimarrete delusi."Chicago Tribune"Una storia toccante sulla forza dell'amore materno, dell'amicizia e dei legami familiari che resistono anche di fronte alle minacce della storia."Library Journal""La libertà ha i tuoi occhi" è una lettura indispensabile che si inserisce nella lunga e importante tradizione di romanzi che cercano di far luce sull'Olocausto e sulle sue conseguenze."Book ReporterUna guerra che non lascia vie d'uscita. Due ragazze decise a sopravvivere. Una sola scelta possibile.Polonia, 1943. Il treno corre veloce senza fermarsi. A bordo, la giovane Lena e l'amica Karolina sentono solo il rumore delle rotaie che rompe il silenzio assoluto degli altri passeggeri. Dentro di loro, sanno che là dove sono dirette non c'è via di scampo. Auschwitz è la notte della guerra. Una lunga notte che non lascia intravedere neanche una flebile luce. Ma forse un timido bagliore di speranza c'è. Ed è di salvare le gemelle di Karolina che, su quello stesso treno, si tengono strette a loro piene di paura. Si tratta di una scelta impossibile per una madre, ma è l'unico modo di eludere un destino ingiusto: abbandonare le bambine. Anche se questo significa non rivederle mai più. Da allora sono passati anni, eppure Lena, ormai ottantottenne, non ha mai dimenticato l'istante che ha cambiato tutto. Ha provato a rifarsi una vita, a lasciarsi alle spalle il passato. Senza riuscirci. E adesso sente che è arrivato il momento di rintracciare le gemelle. Di dimostrare a Karolina che il suo sacrificio non è stato vano. Così, si affida all'investigatore Liam Taggart e all'avvocato Catherine Lockart, gli unici disposti a darle una mano, a patto che lei racconti loro tutta la storia. Benché sia convinta di fare la cosa giusta, Lena non riesce a essere sincera con chi potrebbe esaudire il suo desiderio più grande. Perché il suo cuore nasconde un segreto che non ha mai osato confessare e che ora tocca proprio a Liam e Catherine portare alla luce: è il solo modo che hanno per offrire a Lena l'aiuto che cerca. Ronald H. Balson si è imposto sulla scena letteraria mondiale grazie al bestseller Volevo solo averti accanto, che, con oltre 100.000 copie vendute, è balzato in vetta alle classifiche internazionali ed è stato finalista del Premio Bancarella. Con La libertà ha i tuoi occhi torna alle atmosfere del suo primo successo e ci consegna una storia emozionante di amicizia e resilienza. Un romanzo che esplora la solidità dei legami autentici, capaci di resistere alla crudeltà degli uomini e della storia.