In questa pagina puoi trovare la classifica dei libri più prestati in questo momento da tutte le biblioteche del sistema.

Trovati 534647 documenti.

I cannibali di Mao. La nuova Cina alla conquista del mondo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Lupis, Marco

I cannibali di Mao. La nuova Cina alla conquista del mondo

Rubbettino Editore, 16/07/2019

Abstract: Come mai la Cina, fino a ieri produttore di mercanzia a basso costo, oggi domina il mercato high-tech mondiale, si impone come attore globale, assume il controllo economico e finanziario di intere nazioni ed è in grado di "richiamare all'ordine" persino gli Stati Uniti d'America? In questo libro Marco Lupis ci spiega l'origine del nuovo potere globale cinese, quali sono le sue radici e dove ci sta portando. Lo fa cominciando da quell'alba umida e rovente del 1995 quando - giovane reporter poco più che trentenne - atterrava per la prima volta nella sua vita nel vecchio aeroporto Kai Tak di Hong Kong, lembo di terra in Cina, allora ancora saldamente colonia di Sua Maestà la Regina d'Inghilterra, e aveva inizio così quella che lui stesso ha definito: "Una vera storia d'amore, vissuta non con un'altra persona, ma con un continente, l'Asia, e con un popolo in particolare: i cinesi". E in Cina, basato a Hong Kong, ci rimarrà – salvo brevi pause – fino a oggi, raccontandone ai lettori – da corrispondente delle maggiori testate italiane e della RAI – l'attualità più stringente, gli avvenimenti più imprevisti e curiosi, e quella diversità che la rende unica. Ricco di notizie e di avventure, di emozioni, testimonianze e anche ironia, questo libro è un ininterrotto reportage lungo venticinque anni e un irripetibile diario di viaggio, ma soprattutto è l'appassionante romanzo della storia umana di un giornalista, di un uomo, che ha attraversato le trasformazioni e gli sconvolgimenti degli ultimi decenni in Cina, e per questo è in grado, più di molti altri, di aiutarci a comprendere l'attualità e i pericoli rappresentati dalla Cina di oggi.

Il gorilla e l'uccellino
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

McDermott, Zack

Il gorilla e l'uccellino

DeA Planeta, 17/09/2019

Abstract: Una storia vera d'amore e di pazzia.Un mattino come tanti Zack McDermott, il nerboruto e umorale Gorilla del titolo, esce di casa con la 24 ore in pugno, diretto al lavoro. Di mestiere è avvocato, di quelli socialmente utili: homeless, tossici, poveracci di ogni risma – non pochi dei quali, per ironia della sorte, affetti da più o meno conclamati disturbi mentali – sono i suoi clienti abituali. Quel giorno, però, tutto cambia all'improvviso. Perché Zack, in preda a un'eccitazione morbosa che presto si trasforma in delirio, si convince che la sua strada nel cuore dell'East Village di Manhattan, e anzi la città intera, siano stati convertiti in un immenso set, un palcoscenico gigante sul quale giocarsi l'occasione di una vita: il fantasmagorico provino in stile Truman Show destinato a lanciare la sua carriera di attore. Diverse ore dopo, stremato, tremante e coperto solo da un paio di boxer, Zack viene arrestato presso una stazione della metropolitana e fatto ricoverare nel reparto psichiatria di uno dei più grandi ospedali cittadini. Comincia così l'odissea del Gorilla, precipitato nel gorgo della psicosi e dei ricoveri coatti che equivalgono a "pensare di curare un mal di testa a un rave". Ed è qui che entra in scena l'Uccellino, la apparentemente fragile, determinata madre coraggio decisa a strapparlo alle grinfie della malattia e del pregiudizio. Il risultato è la storia struggente, esilarante e bellissima di un ritorno alla vita e a se stessi. Reso possibile da una delle forze più grandi conosciute in natura: l'amore di una madre."Un trionfo… una delle storie più belle lette negli ultimi anni." - New York Times Book Review"Toccante, divertente e incredibilmente autentico." - Kirkus Reviews"Tutti vorremmo avere un Uccellino nella nostra vita." - Grazia UK"Una Pietà come non ne avete mai lette. Divertente, straziante e senza traccia di sentimentalismo." - Ken Russell

Le terrificanti avventure di Sabrina. Un amore di strega
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Rees Brennan, Sarah - Messina, Chiara

Le terrificanti avventure di Sabrina. Un amore di strega

DeA Planeta, 17/09/2019

Abstract: Ogni storia ha un inizio. L'attesissimo prequel della serie tv Netflix di straordinario successo: Le terrificanti avventure di Sabrina.Mancano pochi mesi al suo sedicesimo compleanno, e Sabrina Spellman sa che tutto sta per cambiare. Ha passato molti anni a studiare incantesimi e sortilegi con le zie, Hilda e Zelda, ma ha sempre cercato di vivere una normalissima vita da adolescente: ha frequentato il liceo del paese, ha stretto amicizia con Susie e Roz, e si è innamorata dell'adorabile Harvey. Ora però il tempo sta per scadere e Sabrina deve fare una scelta. Una scelta dolorosa tra la sua natura da strega e quella da umana. Una scelta tanto più complicata visto che la ragazza non capisce quello che Harvey prova davvero per lei. Su consiglio del cugino Ambrose, Sabrina decide quindi di usare la magia per scoprire i veri sentimenti del fidanzato, ma qualcosa va storto e l'incantesimo le si ritorce contro… in un modo totalmente inaspettato. Sabrina inizia così a interrogarsi sui propri poteri: sarà capace di seguire il sentiero della luce, o si ritroverà ad abbandonarlo per quello della notte? Il romanzo prequel ispirato alla serie tv Netflix Le terrificanti avventure di Sabrina: una storia mai raccontata prima che svela un lato totalmente inedito di Sabrina, alle prese con il momento più importante della sua vita. E se la scelta giusta fosse quella sbagliata?"Un inno al femminismo più genuino." - Vanity Fair"Una strega moderna, libera, una voce fuori dal coro in un contesto provinciale, maschilista e prevaricatore." - Rolling Stone

Android 9. Guida completa per lo sviluppo di applicazioni mobile
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Carli, Massimo

Android 9. Guida completa per lo sviluppo di applicazioni mobile

Feltrinelli Editore, 15/07/2019

Abstract: La versione 9 di Android, nome in codice Pie, offre novità interessanti dal punto di vista della funzionalità e del restyling grafico, e mette a disposizione degli sviluppatori un nuovo potente strumento, il linguaggio Kotlin, supportato ufficialmente da Google come linguaggio di programmazione per la piattaforma.Questo manuale insegna a creare applicazioni attraverso un approccio pratico, approfondendo capitolo dopo capitolo le tematiche con cui è necessario confrontarsi durante le fasi di sviluppo. Gli argomenti trattati spaziano dal primo utilizzo di Android Studio all'analisi di tutti i componenti architetturali, per arrivare alle fasi di test funzionale. Molta attenzione viene dedicata al design dell'interfaccia, al controllo del flusso di navigazione e all'ottimizzazione delle risorse e dei thread, senza dimenticare la sicurezza, la gestione dei permessi e i suggerimenti per la soluzione dei problemi più comuni.L'obiettivo è insegnare, passo dopo passo, a sviluppare applicazioni per smartphone, tablet e dispositivi wearable.Tutti gli esempi fanno uso di Kotlin e sono disponibili per il download.

Preghiera del mare
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Hosseini, Khaled

Preghiera del mare

SEM Libri, 01/08/2019

Abstract: Mio caro Marwan…È l'inizio della lettera che un padre scrive al suo bambino, di notte, su una spiaggia buia, con persone che parlano "lingue che non conosciamo". I ricordi di un passato fatto di semplici sicurezze, la fattoria dei nonni, i campi costellati di papaveri, le passeggiate nelle strade di Homs si mescolano a un futuro incerto, alla ricerca di una nuova casa, dove "nessuno ci ha invitato", dove chi la abita ci ha detto di "portare altrove le nostre disgrazie". Un futuro di attesa e di terrore, che comincerà al sorgere del sole, quando dovranno affrontare quel mare, vasto e indifferente.Questa lettera è un grande atto d'amore e nelle parole che la compongono c'è la vita. Speranza e paura, felicità e dolore. Impossibile non riconoscersi, non pensare che al posto di quel padre e quel bambino potremmo esserci noi. Impossibile non sapere che tutto questo, comunque, ci riguarda.

Ascoltate il matrimonio
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Osborn, John Jay

Ascoltate il matrimonio

Bollati Boringhieri, 22/08/2019

Abstract: "Lo scrittore americano John Jay Osborn ci introduce di soppiatto nello studio di una terapeuta. È lì che vengono condivisi i segreti, talvolta corrosivi, talvolta commoventi."Le Journal de Montréal"John Jay Osborn ha concepito il suo romanzo come una pièce teatrale, ricca di dialogo e vivacissima."Le Monde"Un'analisi così schietta porta a una prosa altrettanto schietta, pulita; eppure, ogni tanto Osborn si avventura in territorio lirico. "StarTribune"La storia breve, serrata ma coinvolgente, di quella che l'autore definisce l'esperienza definitiva, illuminante, di una terapia di coppia: "Dovete fare in modo di aver voglia di dirvi tutto. Non potete obbligarvi. Non funziona mai"."San Francisco ChronicleUn matrimonio nasce dall'amore, ma non solo: un matrimonio è fatto di soldi, di case, di impegni da incastrare, eventualmente di figli. Un matrimonio è pieno di milioni di parole che vengono dette e ripetute, e pochissime che vengono ascoltate davvero. John Jay Osborn lo sa bene, e dalla sua esperienza in terapia con la moglie nasce questo romanzo rapido e tagliente come un foglio di carta, e allo stesso tempo ricco di humour e dialoghi vivaci. Tre personaggi, una stanza, una sedia apparentemente vuota: questo basta perché dalla pagina prenda vita una relazione complessa, densa di emozioni contraddittorie, e il lettore si senta invitato, a sua volta, a fare quello che in molte coppie difficilmente si è in grado di fare: ascoltare.Sandy è una terapeuta fuori dall'ordinario: proprio durante la prima seduta, interviene nella contesa tra Gretchen e Steve, consigliando al marito di cedere alla moglie l'anticipo di 200.000 dollari della vendita della casa che hanno in comune; i due proprio litiganti non sono, altrimenti Steve non acconsentirebbe immediatamente a passare a Gretchen tutti quei soldi, allungandole addirittura l'assegno, e girandoglielo.Un inizio del genere lascia ben sperare in una riconciliazione tra i due, ma la storia procede con Sandy che li convince a parlarsi, finalmente. Alla base di un matrimonio (forse) finito ci sono l'incapacità di parlare e di ascoltare, e il lettore può capirlo, se ha sperimentato almeno una volta nella vita la stessa rischiosa reticenza e la stessa pericolosa distrazione. Nello studio c'è anche una sedia verde, tappezzata, incongrua con il resto dell'arredamento moderno e lineare, a cui Sandy indirizza spesso dei commenti "fuori campo". La prima a scoprire a cosa serve è Gretchen, che da quel momento procede velocissima nella terapia, trascinandosi dietro il meno perspicace Steve.C'è il lieto fine, ma quello che più piace è la leggerezza, o meglio, l'assenza di quella pesantezza ai confini con la tragedia che caratterizza le classiche narrazioni di terapia. È il sottile humour di Sandy, che commenta e racconta, a fare la differenza.

The chain
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

McKinty, Adrian

The chain

Longanesi, 29/08/2019

Abstract: "Spaventoso, travolgente, originale. Una storia che non riuscirete a togliervi dalla testa per moltissimo tempo."Stephen King"Se fossi bloccato su un'isola deserta mi assicurerei di avere con me un libro di McKinty."Ian Rankin"McKinty è così bravo che sto seriamente iniziando ad odiarlo."Lee Child"Fenomenale. Scritto in stato di grazia. Un capolavoro di suspense. Mi ha terrorizzato, ma dovevo andare fino in fondo. Un romanzo che entra a far parte di quell'élite di thriller amati in tutto il mondo come L'amore bugiardo e Il silenzio degli innocenti."Don Winslow"The chain riesce, pagina dopo pagina, riga dopo riga, parola dopo parola, ad affondare un artiglio nel nostro cuore e portarci davanti agli occhi le nostre paure, ancora palpitanti."Donato CarrisiMi chiamo Rachel Klein e fino a pochi minuti fa ero una madre qualunque, una donna qualunque. Ma adesso sono una vittima. Una criminale. Una rapitrice.È bastato un attimo: una telefonata, un numero occultato, poche parole. Abbiamo rapito tua figlia Kylie. Segui le istruzioni. E non spezzare la Catena, oppure tua figlia morirà. La voce di questa donna che non conosco mi dice che Kylie è sulla sua macchina, legata e imbavagliata, e per riaverla non sarà sufficiente pagare un riscatto. Non è così che funziona la Catena. Devo anche trovare un altro bambino da rapire. Come ha fatto lei, la donna con cui sto parlando: una madre disperata, come me. Ha rapito Kylie per salvare suo figlio. E se io non obbedisco agli ordini, suo figlio morirà. Ho solo ventiquattro ore di tempo per fare l'impensabile. Per fare a qualcun altro ciò che è stato fatto a me: togliermi il bene più prezioso, farmi precipitare in un abisso di angoscia, un labirinto di terrore da cui uscirò soltanto compiendo qualcosa di efferato.Io non sono così, non ho mai fatto niente di male nella mia vita. Ma non ho scelta. Se voglio salvare Kylie, devo perdere me stessa.Una scrittura travolgente, un meccanismo narrativo perfetto che ha conquistato gli autori di crime fiction più importanti al mondo. 

Libera di volare. Il viaggio di un padre
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ziauddin, Yousafzai - Carpenter, Louise - Caraffini, Sara

Libera di volare. Il viaggio di un padre

Garzanti, 12/09/2019

Abstract: "Quando mi chiedono come ha fatto Malala a diventare quella che è, rispondo: Non chiedetemi cosa ho fatto ma cosa non ho fatto. Non le ho tappato le ali."Prefazione di Malala YousafzaiCommovente e fonte di grande ispirazione, Libera di volare racconta il lungo viaggio di Ziauddin Yousafzai, da ragazzino timido e balbuziente cresciuto in una casa di fango tra le montagne del Pakistan a uomo capace di rompere con retrograde norme sociali e di dimostrarci i tanti volti che può assumere il femminismo. Da insegnante, padre di famiglia e attivista, Ziauddin Yousafzai ha sempre promosso cambiamenti positivi nella sua vita, incoraggiando la figlia Malala a diventare una paladina per il diritto all'istruzione delle ragazze o insegnando ai figli il valore della parità di genere. Con sincerità e senso dell'umorismo, Ziauddin descrive la sua vita nella valle dello Swat prima dell'arrivo dei talebani: i figli Khusal e Atal che giocano con l'aquilone sul tetto di casa; il rapporto con la moglie Toor Pekai; la sfida di crescere i figli in un paese sconosciuto. Dopo l'attentato talebano subito da Malala, infatti, la sua famiglia è stata sradicata dal Pakistan e costretta a rifarsi una vita nel Regno Unito, e oggi Ziauddin Yousafzai può descrivere la gioia mista al dolore del ritorno, sei anni dopo, nella sua bella patria. Libera di volare è l'intimo ritratto famigliare scritto dal padre di uno dei più importanti leader globali: per la prima volta, i lettori possono scoprire in che modo un uomo proveniente dalle zone rurali del Pakistan sia riuscito ad aprire nuove scuole per educare le giovani donne del suo paese, offrendo loro un futuro più luminoso. Ziauddin e Toor Pekai rappresentano un esempio straordinario per i genitori che vogliono esortare i loro figli a fare la differenza. E mentre Ziauddin Yousafzai racconta quel che ha imparato dai suoi ragazzi e cosa spera di poter insegnare al mondo, Libera di volare incanterà tutti coloro cui sta a cuore la vita di ogni bambino.

Quel che so di lei. Donne prigioniere di amori straordinari
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Guerritore, Monica

Quel che so di lei. Donne prigioniere di amori straordinari

Longanesi, 29/08/2019

Abstract: "In cerca di risposte, Guerritore ripercorre le orme della contessa, entra nella sua testa, immagina il suo pensiero, "gli scarti che l'hanno fatta deviare". Attingendo, nel viaggio, alla sua fantasia, alla sua intuizione, ai suoi personaggi femminili."La Lettura - Laura Zangarini"Una storia dolorosissima, una vita tutta da immaginare, un dolore che segna l'intero libro oltre alla vita dell'autrice. Una storia che però non si può fare a meno di leggere."Io Donna - Aldo CazzulloGiulia Trigona, zia di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, viene trovata morta il 2 marzo 1911 in un albergaccio vicino alla stazione Termini. È stata uccisa dal suo amante, al quale aveva concesso un ultimo appuntamento. Un femminicidio feroce, uno schema che ancora oggi si ripete: le donne abbassano le difese, non guardano con i mille occhi dei lupi, credono nell'amore come lo vedono gli occhi dei bambini e tentano la via nuova con lo stesso sguardo e lo stesso cuore di ieri. Ma vengono annientate da uomini che ne spezzano il volo. Cosa cercava, Giulia, in quella squallida stanzetta? Monica Guerritore le si è messa accanto e, nel tempo dilatato di quel pomeriggio di marzo che conduce Giulia alla stanza dove troverà la morte, rivive i momenti fatali che l'hanno portata fin lì. A guidarla in questo viaggio saranno apparizioni, figure della mente come Emma Bovary, la Lupa, Oriana Fallaci, Carmen, la Signorina Giulia. In ognuna di loro vive un racconto immutabile, specchio o eco di un percorso femminile di solitudine, desiderio e perdizione, tanto reale che quando lo riconosciamo il nostro cuore ha un sussulto. Sono otto grandi personaggi femminili che l'autrice ha interpretato nella sua carriera. Le loro storie tessono un filo rosso di sangue e passione. Prenderne consapevolezza può permetterci di lasciare andare le nostre compagne di ieri per specchiarci, nuove, in un racconto del femminile ancora tutto da scrivere. Magari abbandonando il pianto per ballare al ritmo di una ritrovata, leggera dolcezza.

Non è vero che non siamo stati felici
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Salvatori, Irene

Non è vero che non siamo stati felici

Bollati Boringhieri, 26/09/2019

Abstract: "Un esordio fulminante, una struggente e scalmanata lettera alla madre."Il Messaggero - Andrea BajaniSi smette di essere figli quando si intraprende la carriera del genitore. Eppure mai come in quel momento si ha bisogno della mamma: per sapere come si fa a diventarlo a propria volta, o forse più semplicemente per non sentirsi troppo soli. E se la mamma non c'è più perché la morte ha tolto la sua carta dal mazzo, sfilarsi dall'infanzia per crescere tre bambini diventa un'avventura.Ambientato tra la Versilia degli anni Ottanta e Novanta, Cracovia e Berlino, Non è vero che non siamo stati felici racconta, con rara incandescenza emotiva ma anche con divertita poesia, uno scombinato apprendistato. Quello che la protagonista mette in scena è una sorta di piccolo circo che si sposta per l'Europa: ha due cani (due bracchi ungheresi) e tre bambini, chiamati Gauguin, Scoiattola e Caravaggio. Non c'è cartellone, ogni sera s'improvvisa. A lei − che si rivolge per scritto alla madre, non potendole parlare − tocca il compito di scegliere il luogo e montare il tendone. Soprattutto, le tocca il numero di magia più spericolato: convincere i bimbi che il mondo sia un bel posto, a dispetto della nostalgia che le tormenta il cuore.Heimat, dicono i tedeschi, è il posto da cui si proviene e a cui si apparterrà per sempre. È quello il luogo che, viaggiando di stato in stato e di lingua in lingua, la piccola comunità di questo romanzo ha messo come nord alla sua bussola. Per poi rendersi conto, banalmente, che non è la geografia a dare la risposta. Heimat è la mamma: non c'è altra provenienza originaria, e dunque non c'è altra possibile destinazione.Non è vero che non siamo stati felici è una lunga lettera − disperata, folle, sorprendente, magica − a una madre mai morta. Perché, si potrebbe dire, una mamma non muore mai: non è certo il destino, con i suoi scherzi puerili, a farci diventare orfani.

Gravità. Trattazione leggera di un soggetto pesante
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Zee, A. - Frediani, Simonetta

Gravità. Trattazione leggera di un soggetto pesante

Bollati Boringhieri, 12/09/2019

Abstract: "Se conoscete già un po l argomento e non temete la presenza di qualche equazione Gravità vi porterà molto in profondità ma se siete più coraggiosi l Appendice vi spiegherà addirittura il vero senso dello spaziotempo ."The Wall Street Journal - John Gribbin"Gravità inizia la sua ricognizione della teoria einsteiniana della relatività generale partendo dalle onde gravitazionali per poi far atterrare il lettore direttamente nel cuore dei misteri della materia oscura e dell energia oscura."New Scientist - Liz Else e Simon IngsIn natura esistono quattro forze fondamentali la forza nucleare debole la forza nucleare forte la forza elettromagnetica e la gravit agrave . Le prime due riguardano gli atomi e noi non le percepiamo direttamente senza di loro non esisteremmo n eacute esisterebbe l rsquo universo come lo conosciamo ma noi non ne facciamo esperienza diretta. L rsquo elettromagnetismo lo conosciamo grazie alla luce ma sappiamo che comprende anche le onde radio i raggi X e molte altre cose. L rsquo unica forza di cui facciamo tutti esperienza quotidianamente egrave la gravit agrave egrave quella che ndash come vuole l rsquo aneddoto legato a Newton ndash ci fa cadere le mele in testa. br A. Zee ndash protagonista della fisica contemporanea e autore di una fortunata serie di manuali che hanno al centro proprio lo studio specialistico della gravit agrave ndash ci immerge nei misteri di questa forza evanescente che rifiuta di trovare un suo posto nel quadro generale della teoria fisica per via della sua sproporzionata debolezza. nbsp br Anche se per i fisici la gravit agrave rimane un rovello per ograve egrave capace di dare anche enormi soddisfazioni egrave lei che sta alla base della teoria della relativit agrave generale di Einstein ndash nbsp ulteriormente confermata nel 2016 grazie al rilevamento dell rsquo eco di un rsquo onda gravitazionale emessa dalla fusione di due giganteschi buchi neri collassati a milioni di anni luce dalla Terra. nbsp br Conciso intriso del calore e della freschezza di stile di chi domina la materia con disinvoltura e ironia em Gravit agrave em inizia il suo racconto con la sorprendente scoperta delle onde gravitazionali presenta l rsquo idea di spaziotempo curvo e il principio d rsquo azione ed esplora argomenti d rsquo avanguardia tra cui i buchi neri e la radiazione di Hawking fino ai misteri della materia e dell rsquo energia oscura. br Con questo libro Zee apre un percorso unico per comprendere la relativit agrave e ottenere una visione profonda di questa forza difficilmente classificabile e alla base della comprensione del grandioso universo in cui viviamo. br

Babele. Le 20 lingue che spiegano il mondo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Dorren, Gaston - Spinoglio, Cristina - CAPARARO, CARLO

Babele. Le 20 lingue che spiegano il mondo

Garzanti, 05/09/2019

Abstract: SIAMO QUELLO CHE PARLIAMO"Sorprendente e divertentissimo."The Times"Gaston Dorren è sia un eccelso linguista, sia uno scrittore meraviglioso."Sunday Mail"Un autore che insegna e affascina. Un viaggio tra le lingue estremamente divertente."Publishers Weekly"Spiega in che modo le lingue si evolvono, si diffondono e sopravvivono."Booklist"Una guida geniale e affascinante attraverso le curiosità delle lingue più parlate al mondo."Kirkus ReviewSono oltre seimila le lingue vive in tutto il mondo, ma è sufficiente conoscere le venti descritte in Babele – alcune diffuse come il francese e lo spagnolo, altre misteriose come il malese e il bengalese – per poter conversare con oltre tre quarti della popolazione della Terra. Cosa rende così speciali queste ideali lingue franche? Gaston Dorren, che di idiomi ne conosce quindici, risale alle origini della loro – a volte sanguinosa – grandezza, porta alla luce infinite curiosità, e dà risposta a innumerevoli interrogativi: perché, per esempio, il Portogallo potenza coloniale ha generato una lingua diffusissima, ma lo stesso non è accaduto per l'Olanda? Perché in Giappone la lingua delle donne è diversa da quella degli uomini? Perché la lingua tamil utilizza pronomi diversi per indicare uomini e divinità? Unendo linguistica, storia culturale e gli spassosi alti e i bassi delle sue personali battaglie con lo studio del vietnamita, Dorren ci regala un racconto unico che cambierà per sempre il nostro modo di guardare (e ascoltare) il mondo.

Più in alto del giorno
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Orengo, Valentina

Più in alto del giorno

Garzanti, 29/08/2019

Abstract: Ci sono scoperte che cambiano tutto."L'avventura. La paura. Il mondo dei ragazzini e quello degli adulti in un romanzo dove la vita, su cui incombe qualcosa di misterioso e straziante, è raccontata con understatement e con un ritmo che non abbandona mai il lettore."Pierluigi BattistaMimì ha tredici anni ed è convinta che la vacanza in quel piccolo paese di frontiera affacciato sul mare sia la più noiosa della sua vita. Trascorre le giornate leggendo, seduta sul tronco mozzato di un ulivo, e aspettando che qualcosa succeda. Un pomeriggio, all'improvviso, quasi dal nulla compare Alfred, un ciuffo di capelli a coprirgli gli occhi e i piedi nudi. Da quel momento tutto intorno a lei comincia a cambiare. È lui a farle scoprire che il paese profuma di bucato, di pomodori secchi e di gelsomino. È lui a farle conoscere Scatto, Nero e Scintilla. Insieme a loro trascorre giorni spensierati tra i viottoli che si arrampicano sulla collina, la piazza e la spiaggia. Per la prima volta assapora il gusto della libertà e, mentre il mondo degli adulti si fa sempre più lontano, tutto sembra essere quasi troppo perfetto per essere vero. Ma quel momento incantato è breve. Sulle colline, Mimì e Alfred scoprono un segreto troppo grande per due ragazzini. Un segreto che, nonostante tutto, decidono di non rivelare a nessuno. La realtà irrompe violenta nelle loro vite svelandone le sfumature più cupe. L'amicizia tra Alfred e Mimì diventa ancora più profonda, ma la paura, le cose non dette e il dolore nascosto nelle pieghe imprevedibili degli eventi, segnano la fine della loro infanzia.Un esordio che lascerà il segno e avrà un'eco infinita nel lettore. Valentina Orengo ci accompagna per mano in un luogo dove il tempo pare essersi fermato, in un momento della vita di tutti noi in cui si è bambini agli occhi degli altri, ma non ai propri. Un libro in cui un'amicizia speciale ha il sapore della libertà e delle sue infinite possibilità.

Indagine a due facce
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

York, Rebecca

Indagine a due facce

HarperCollins Italia, 01/08/2019

Abstract: Da quando un'amica le ha offerto di fare la babysitter a suo figlio, Laurel Coleman sembra aver recuperato un po' di tranquillità nella propria vita. Un giorno, però, assiste a un fatto orribile, l'uccisione dell'amica da parte del marito, Eric Fees. Non le rimane che scappare e portare con sé il piccolo perché l'assassino è deciso a eliminare ogni testimone. Ed è talmente determinato che ingaggia un investigatore, Sam Lassiter, per trovare la squilibrata che avrebbe rapito suo figlio!

Indiziato numero uno
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Brockmann, Suzanne

Indiziato numero uno

HarperCollins Italia, 01/08/2019

Abstract: Blue McCoy è un eroe militare che torna al luogo natio dopo dodici lunghi anni, in occasione delle nozze del fratello Gerry con la sua ex fidanzata Lucy Tait. Al suo arrivo la situazione, apparentemente tranquilla, si movimenta in modo esagerato: Gerry inscena una rissa con Blue e dopo poco il suo corpo viene trovato senza vita. Blue sembra essere il maggior indiziato per l'omicidio del fratello e, dulcis in fundo, a Lucy, qualificato agente di polizia, viene assegnato il caso. Cosa scoprirà...?

Sospetto. Logan series
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Heggan, Christiane

Sospetto. Logan series

HarperCollins Italia, 01/08/2019

Abstract: Logan Series 1Una giovane studentessa di legge viene uccisa. Una squillo di lusso viene strangolata. Due uomini sono accusati dei due delitti. E una donna intende provare la loro innocenza. L'avvocato Carol Logan coinvolta in due importanti casi di omicidio, uno in difesa del figlio della sua domestica, accusato di aver ucciso la propria fidanzata, l'altro in difesa dell'ex marito, sospettato di aver strangolato una prostituta. Carol sa che nessuno dei due uomini è colpevole, ma le prove e i testimoni dimostrano il contrario. Col l'aiuto del detective Mitch Calhoon, si mette alla ricerca di indizi che possano scagionare entrambi e scopre che i due casi potrebbero essere collegati. Ma, in seguito a una serie di minacce, Carol e Mitch si rendono conto di essere finiti in un labirinto di corruzione e delitti...

Collalto. Storia di un casato millenario
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Moro, Pierandrea

Collalto. Storia di un casato millenario

Viella Libreria Editrice, 17/07/2019

Abstract: Nell'ottobre del 958 Berengario II d'Ivrea, re d'Italia, concedeva a un eminente personaggio dell'area trevigiana di nome Rambaldo la corte pubblica di Lovadina, sulla riva destra del fiume Piave. Si trattava del capostipite della famiglia dei conti di Treviso, più tardi noti come Collalto, che diverranno tra i maggiori protagonisti delle vicende storiche di questo territorio lungo tutti i secoli successivi.Con la fondazione, e la sua costante cura, dell'abbazia di Sant'Eustachio a Nervesa (1062) e l'edificazione dei castelli di Collalto (1110) e di San Salvatore (1245), a presidio del medio Piave, il casato seppe costruire e difendere nel tempo un organismo territoriale, di stretta emanazione imperiale, sul genere di quello dei piccoli stati padani dei Correggio, dei Pico della Mirandola, dei Gonzaga o dei Guastalla con cui i Collalto intrecciarono assai spesso gli interessi famigliari grazie ad accorti matrimoni.Patrizi veneti dal 1306, titolari di una splendida corte rinascimentale, avveduti politici tra Quattro e Cinquecento tra Impero e Repubblica di Venezia, valenti uomini d'arme, i Collalto, dopo aver aperto un secondo ramo in Moravia nei domini asburgici, nella prima metà del Seicento, e quindi nominati principi dell'Impero nel 1822, mantennero sempre una sostanziale coesione famigliare che ne ha consentito lo straordinario percorso millenario fino ai nostri giorni.

La Roma dei papi. La corte e la politica internazionale (secoli XV-XVII)
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Visceglia, Maria Antonietta

La Roma dei papi. La corte e la politica internazionale (secoli XV-XVII)

Viella Libreria Editrice, 17/07/2019

Abstract: Questo volume illustra in una prospettiva cronologica e spaziale molto ampia le dinamiche della corte, della società e della politica internazionale della Roma dei papi in età moderna. I saggi qui riuniti affrontano diversi temi e momenti, problematizzando pratiche storiografiche consolidate e cercando di rispondere alle domande poste dalla ricerca storica più recente a proposito dei linguaggi, delle dinamiche di potere e della mobilità sociale. Sono indagate le istanze più nascoste della storia del papato, le complesse trame di governo, i numerosi e spesso concorrenti poli di potere e le minacce al corpo fisico e simbolico del pontefice. Le contraddizioni fra la dimensione universale del papato e la sua "italianità" sono esaminate nell'ambito dei più larghi mutamenti nei rapporti fra gli Stati con una proiezione non solo europea e mediterranea, ma anche nella duplice direzione delle Americhe e dell'Estremo Oriente. Nella Roma dei papi tante linee di studio si intrecciano e mostrano la profonda originalità della ricerca storica di Maria Antonietta Visceglia, che indica nella città del papa un attore indiscutibile di una storia globale.

Marxismo e filosofia della praxis. Da Labriola a Gramsci
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Mustè, Marcello

Marxismo e filosofia della praxis. Da Labriola a Gramsci

Viella Libreria Editrice, 17/07/2019

Abstract: Nello sviluppo del marxismo europeo il contributo del pensiero italiano manifesta una spiccata peculiarità, che trova nella formula della "filosofia della praxis" una sintesi efficace.Dagli scritti di Antonio Labriola alle ultime note di Antonio Gramsci, con la mediazione di autori quali Benedetto Croce, Giovanni Gentile e Rodolfo Mondolfo, la filosofia della praxis diventa il fulcro di una ricerca innovativa, che si connette a motivi profondi della tradizione nazionale (dal Rinascimento alla "riforma della dialettica" di Bertrando Spaventa) e che tende alla elaborazione di un diverso senso della "ortodossia".Nel pensiero di Gramsci la parabola del marxismo italiano si stringe nei temi della costituzione del soggetto politico, della natura della democrazia moderna e del nesso tra cosmopolitismo e storie nazionali. Le grandi categorie della meditazione gramsciana riflettono così una lunga vicenda storica e teorica (che il libro ricostruisce in maniera dettagliata) e dischiudono prospettive ancora attuali per la comprensione del presente.

L'impero di carta. Storia di una biblioteca e di un bibliotecario. (Vienna, 1575-1608)
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Molino, Paola

L'impero di carta. Storia di una biblioteca e di un bibliotecario. (Vienna, 1575-1608)

Viella Libreria Editrice, 17/07/2019

Abstract: Alla fine del XVI secolo, l'erudito olandese Hugo Blotius tentò di realizzare a Vienna il progetto di un Museo del genere umano e di una Biblioteca imperiale universale. Assumendo per un trentennio la carica di bibliotecario di corte diede invece vita al primo nucleo della biblioteca imperiale asburgica. Qui ha lasciato alla sua morte un imponente archivio, fatto anzitutto di lettere, appunti, note e cataloghi. È questo insieme di carte ad accompagnare il lettore attraverso le stanze di una biblioteca in formazione, di una città e di un impero in una fase ancora poco nota della loro storia. Come tradurre un progetto universale nella costituzione di un'istituzione che seppur imperiale era ospitata nelle anguste stanze di un convento francescano? E come farlo in una città costantemente minacciata dall'invasione turca e dallo scoppio delle guerre di religione? Per quale tipo di pubblico concepire questa organizzazione? I dubbi e le frustrazioni del bibliotecario nel suo rapporto con la corte e l'imperatore consentono di ricomporre una fase di gestazione nella riorganizzazione del sapere europeo, ad un secolo dalla scoperta della stampa a caratteri mobili e dall'allargamento dei confini del mondo.