Community » Forum » Recensioni

Liberi come la neve
5 1 0
Nardi, Rita

Liberi come la neve

Milano : Garzanti, 2023

Abstract: Mi chiamo Nive White e so bene cosa significhi non avere un luogo da poter chiamare casa. Questa parola mi è estranea da quando i miei genitori sono scomparsi e ho cominciato a essere sballottata da un paese all'altro. Nessuno mi ha mai accolta, nessuno mi ha mai voluta. Per questo, quando lascio Parigi e atterro in Canada, non mi aspetto nulla. Devo resistere qualche mese, fino a quando compirò diciotto anni e sarò libera. Eppure qui c'è qualcosa di diverso, lo percepisco appena trovo una foglia rossa al mio arrivo. Anche se i boschi sono sepolti da metri di neve, mi sento in pace sotto l'ombra degli abeti. O forse sono le persone a darmi questa sensazione di calore. Come lo zio Henry, che mi ha aperto la sua casa, o Margareth, che mi cucina i pancake, o Kaya, che mi strappa un sorriso. C'è solo una persona a cui non piaccio per nulla. Un ragazzo schivo, con occhi grigi e impetuosi come una tormenta. Si chiama Hurst e per lui sono una straniera. Un pulcino che non appartiene alle gelide foreste della tribù Navajo di cui fa parte. Eppure, anche se le sue parole mi feriscono, il suo sguardo brucia e legge la mia tristezza. Non posso negare quello che provo, ma ho paura di fidarmi, perché il passato mi ha insegnato a essere diffidente e non mettere radici. Forse, però, la mia vita può essere diversa. Secondo una leggenda della tribù, chi trova la wapasha, la foglia rossa, è in grado di cambiare il proprio destino. Se è davvero così, vorrei trovare il coraggio di seguire l'istinto. Lo stesso che mi conduce tra le braccia di Hurst. Mi chiamo Nive White e questa è la mia storia.  

172 Visite, 1 Messaggi
Anica Pisani
3 posts

Questo libro è stato davvero coinvolgente e compie delle riflessioni molto profonde che vanno al di là della storia. Inoltre la capacità dell''autrice di descrivere i vari momenti e il paesaggio permette di provare le stesse emozioni dei personaggi e sentirsi catapultati nel racconto. I colpi di scena e la suspense spingono il lettore a continuare a leggere senza sosta. Grazie mille Rita per questo viaggio.

  • «
  • 1
  • »

6788 Messaggi in 5564 Discussioni di 790 utenti

Attualmente online: Ci sono 1 utenti online