Community » Forum » Recensioni

Salute S.p.A.
0 1 0
Carraro, Francesco <Avvocato civilista> - Quezel, Massimo

Salute S.p.A.

Milano : Chiarelettere, 2018

Abstract: Sempre più spesso le compagnie rifiutano di assicurare medici e strutture ospedaliere, rischiando di far saltare un sistema di tutele e garanzie perché non rende abbastanza. Ciò che fa guadagnare è invece il nuovo Eldorado della sanità integrativa. Intanto circa 10 milioni di italiani non si sottopongono a visite specialistiche per problemi economici. A quarant'anni esatti dalla nascita del Sistema sanitario nazionale (1918), la testimonianza dall'interno di Carraro e Quezel (entrambi da tempo impegnati nella lotta contro le assicurazioni per difendere i diritti dei cittadini danneggiati e non risarciti) ci consegna il racconto di un mondo sommerso nel quale la salute è schiacciata tra tornaconto politico e interessi privati.

25 Visite, 1 Messaggi
Utente 42
117 posts

Questo librino scritto in maniera chiara da due persone competenti merita tutta la nostra attenzione.
Fanno riflettere in particolare le tre interviste: assicuratore, liquidatore e medico legale.
C'è un disegno della nostra classe politica di qualsiasi colore per abbattere la sanità pubblica. La scusa è: abbattere il debito, ce lo chiede l'Europa, in barba all'art. 32 della Costituzione. La pubblicistica ossessiva (giornali, tv...) almeno da due decadi ne canta quotidianamente il de profundis: “Ma guardate quanta pena fa il sistema sanitario nazionale! Ecco, una soluzione ci sarebbe...” “Meno diritti per tutti e più polizze per tutti” Ecco, il nostro futuro... “Sfasciare la sanità italiana” raccontano gli autori “o anche raccontarla come ultima della classe, è una strategia che nasconde interessi economici e un business di miliardi”. Dal 2008 gli investimenti nella sanità sono in picchiata (-30%), c'è il rischio di esaurimento emotivo per medici e infermieri (burnout): sono queste le cause maggiori responsabili degli errori. La ricetta: affidarsi al privato, alla sanità-salotto che ha come principio il profitto, sottoscrivendo polizze-salute. Si curi chi ha i soldi, gli altri si arrangino. Ma le assicurazioni, proprio perchè mosse dal profitto, cercano di pagare il meno possibile...
I nostri eroi confidano nel diritto: “Se la politica ha abdicato – senza il nostro consenso e, a volte, a nostra insaputa – il suo ruolo di difendere ciò che ci spetta di diritto (non negoziabile e inviolabile), forse sarà proprio il diritto ad aiutarci, a recuperare quanto era nostro e nostro deve restare”.

  • «
  • 1
  • »

4780 Messaggi in 3741 Discussioni di 663 utenti

Attualmente online: Ci sono 3 utenti online